,

DA NY NATUZZI E LA REALTA’ AUMENTATA NELL’ARREDO

DA NY NATUZZI E LA REALTA’ AUMENTATA NELL’ARREDO

Natuzzi lancia da New York lo store con la realtà aumentata che permette una nuova esperienza d’acquisto virtualizzata.

Il marchio italiano di mobili Natuzzi è pioniere di una nuova era di negozi d’arredo con la realtà aumentata, il primo dei quali ubicato nel suo showroom di Madison Avenue a New York City.

Infatti , il negozio con la realtà aumentata del marchio rappresenta una nuova frontiera di assistenza clienti avanzata da molti definita “con guanti bianchi”.

Perchè permette ai clienti di inserire una versione digitale della loro casa nella realtà virtuale e arredarla virtualmente con i mobili Natuzzi.

I clienti interagiscono con lo scenario progettuale, indossando le cuffie Microsoft HoloLens 2 che permettono loro di ottimizzare la scelta spostando i prodotti e intercambiando modelli e colori.

Natuzzi e i negozi d'arredo in realtà aumentata
I negozi d’arredo con la realtà aumentata.

L’arredo virtuale che migliora l’acquisto.

Entro il 2020 Natuzzi prevede di aprire in tutto il mondo nuovi negozi con realtà aumentata. Ciò permetterebbe loro di alleggerire consistentemente l’invetario degli showroom. Ridurebbero costi di trasporto ma anche di metrature di location fisiche, moltiplicando, piuttosto, nel numero di presenze di negozi nel mondo.

Natuzzi non è il primo ad aver provato questa strada, poiché persino il gigante Ikea lo avevo già fatto.

La modalità d’uso prevista nei negozi di realtà aumentata di Natuzzi è simile: i clienti possono indossare il dispositivo a casa per visualizzare i mobili olograficamente sovrapposti nel proprio ambiente domestico reale e sperimentare colori e finiture in quel modo. Si può persino vedere un modello in scala proiettato su un tavolo che dia la visione d’insieme dello spazio arredato.

Tuttavia, Natuzzi mira a fare un ulteriore passo avanti offrendo anche un’esperienza realtà virtuale che immergerebbe completamente il cliente in un mondo digitale.  

Per comporre la casa del cliente in realtà virtuale, il sistema scelto da Natuzzi utilizza fotografie, misure e, per chi ne disponesse, file CAD, per produrre un fedele rendering in 3D.

Senz’altro il livello tecnologico è dei più evoluti, poichè Natuzzi, per sviluppare il negozio in realtà aumentata, ha collaborato con Microsoft e il suo partner di realtà mista Hevolus Innovation.

Certamente rimangono centrali gli elementi architettonici come pareti, pavimenti, soffitti, porte e finestre, senza esclsioni di decorazioni di gusto personale.

Tuttavia questo processo di collezione di elementi personalizzati avviene prima ancora che il cliente entri nel negozio e decori completamente l’ambiente digitale dalla sua libreria di prodotti fornendo un punto di partenza una volta arrivato.

Senz’altro l’obiettivo è quello di creare una profonda connessione emotiva attraverso la visualizzazione dei propri spazi.

Anche l’evoluzione del servizio clienti avanzato è fondamentale in modo che faccia affezionare e tornare la clientela al marchio Natuzzi.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Silvana Petrelli
Articoli dell'Autore / Silvana Petrelli

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>