,

10 YEARS CHALLENGE: COS’È CAMBIATO DAVVERO

10 YEARS CHALLENGE: COS’È CAMBIATO DAVVERO

Dopo la moda dell’hashtag #piùartesuisocial ecco arrivare la nuova sfida social: #10yearschallenge.

Dieci anni sono un periodo abbastanza significativo affinché diverse cose evolvano in altro, ma non sono nemmeno un periodo eccessivamente esteso da non poter captare i cambiamenti avvenuti nel tempo.

Ecco perché, in questi giorni, sui social e soprattutto sulla vetrina più utilizzata al mondo, Instagram, star e non si sono cimentate nel mostrare a tutti – in un post che racchiude uno scatto di dieci anni fa e uno attuale – cosa è cambiato, ma anche quello che NON è cambiato.

Quando qualcosa diventa virale è inevitabile che si creino opinioni diverse a riguardo.

In questo caso le scuole di pensiero sono due: partecipare, o non partecipare.

Chi partecipa, lo fa solitamente in modo giocoso, o addirittura motivazionale – esemplare il post di Chiara Ferragni – mentre chi decide di evitare, si aggancia a filoni di pensiero che si ricollegano alla vacuità dei social e addirittura all’ecologismo, come nella foto.

tecnologia: ten years challenge cos'è cambiato davvero. 10 years challenge

In ogni caso, che voi partecipiate o no, fa lo stesso: fate comunque parte del gioco perché siete gli spettatori.

La dura legge dei social

Ma guardando il milione e mezzo di post con l’hashtag 10 years challenge cosa si può notare maggiormente?

C’è un cambiamento comune che riguarda più di un milione e mezzo di persone al mondo?

Sì. Il cambiamento che ci ha coinvolti tutti negli ultimi dieci anni sono stati proprio i social network.

Dieci anni fa, Instagram era solo in fase di lancio e la #10yearschallenge non aveva nemmeno modo di essere pensata su così larga scala.

Dieci anni fa coinvolgere un numero simile di persone a fare la stessa cosa sarebbe stato forse non impossibile, ma più impegnativo.

Nel 2019 basta un numero ristretto di influencer a far scatenare il fenomeno virale e il selfie di massa.

Questo perché l’arrivo dei social ha portato la società a sviluppare una cultura dei social con percorsi di pensiero più o meno precisi, che ci riguardano tutti.

Non è rilevante quanto ci ha cambiato (oppure no) il trascorrere di dieci anni, quanto il fatto che oggi possiamo e vogliamo mostrarlo a tutti.

Quali sono i rischi

La 10 years challenge, per come ne abbiamo parlato fino ad ora, può essere vista solo come un gioco o un fenomeno da social network, ma sono stati diversi gli esperti che si sono chiesti i rischi ai quali si andrebbe incontro nel pubblicare una mole così alta di dati personali tutti con le stesse specifiche.

Ebbene, a quanto pare i nostri selfie Avanti Instagram e Dopo Instagram potrebbero essere sfruttati per potenziare i sistemi di riconoscimento facciale che, ad esempio, sono oro colato per programmi come Cambridge Analytica e ogni tipo di intelligenza artificiale.

È davvero così? Non è dato saperlo, ma una cosa è certa: i dati di instagram sono manipolabili da chiunque e non sarebbe una sorpresa venire a sapere che effettivamente la #10yearschallenge sia tornata utile per terzi fini. Probabilmente, non lo sapremo mai.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Arianna Giampietro
Meet the author / Arianna Giampietro