shakespeare and company
Libri,  Lifestyle

Shakespeare and Company: la storica libreria parigina rischia il fallimento

Shakespeare and company: la storica libreria di Parigi rischia di fallire e lancia un SOS

La Shakespeare and Company ha lanciato un SOS: a rischio fallimento la storica libreria di Parigi. Luogo simbolo di lettere e cultura internazionale, attrattiva per tanti turisti e appassionati che la visitano ogni anno, la storica Shakespeare and Co. rischia la chiusura. A lanciare l’appello è stata la stessa libreria, chiamando i suoi lettori fedeli a raccolta. Poi un post instagram che conferma: è tutto vero, siamo in difficoltà! Ennesimo esempio di un presidio culturale in ginocchio, messo a dura prova dai tempi che corrono.

La confessione su Instagram e l’appello agli ordini online

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Shakespeare and Company, Paris (@shakespeareandcoparis) in data:

Ebbene sì: l’anno prossimo la Shakespeare and Company compierà 70 anni. Ma questo traguardo è stato messo a rischio da una contrazione dei consumi come non si vedevano da tempo. “E’ vero”, dicono dalla libreria “come molte librerie indipendenti stiamo cercando di trovare una via d’uscita”. Da marzo, infatti, le vendite sono scese quasi dell’80%. Per questo poi l’appello a fare gli ordini online, con la modalità di ordine e ritiro in negozio. Un tentativo disperato di salvare il salvabile, all’apparenza. Se non fosse che in tantissimi hanno già raccolto l’appello e stanno dando il loro contributo, per salvare questa realtà più unica che rara.

Shakespeare and Company, da Sylvia Beach a George Whitman: quando l’editoria fa cultura

Fondata per la prima volta come libreria di lingua inglese a Parigi, da quella donna straordinaria che fu Sylvia Beach, la Shakespeare and Company è stata il punto di ritrovo di alcuni tra i più grandi scrittori di sempre, all’inizio del Novecento. Libraria appassionata, nonché editrice, attorno alla Beach gravitavano James Joyce, Ernest Hemingway, T.S. Eliot, Fitzgerald, Pound. Quella che vediamo oggi, però, non è la prima attività della Beach, bensì la sua ri-fondazione ad opera del libraio americano George Whitman. Già attivo a Parigi, Whitman aprì un’altra Shakespeare and Company per portare avanti lo spirito di Sylvia. E infatti la libreria ha continuato ad essere non un semplice negozio di libri, ma un vero centro propulsore e attrattivo insieme. Negli anni, la Shakespeare and Co. si è arricchita della presenza di Allen Ginsberg, William Burroughs, Richard Wright,, Julio Cortázar, Henry Miller, Lawrence Durrel e molti altri.

shakespeare and company
Sylvia Beach davanti alla sede storica della libreria parigina

Dov’è la Shakespeare and Company

La storica libreria, rifondata da Whitman e attualmente portata avanti dalla figlia Sylvia, si trova al numero 37 di Rue de la Bûcherie a Parigi. Al limitare dello storico Quartier Latin, affaccia sulla Rive Gauche della Senna, da sempre simbolo di poeti, intellettuali ed artisti, proprio all’altezza di quella che fu la meravigliosa cattedrale di Nostra Signora di Parigi.

Si capisce perché, a fronte di tanta storia e della sua collocazione, viene visitata da gente che arriva da tutto il mondo. E perché, infine, la difficoltà della Shakespeare and Co. tocca tutti quanti noi.

Per approfondire la storia della storica libreria, vai al sito QUI.

Ti interessano la cultura, i libri e l’editoria? Forse potresti leggere anche:

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *