,

IL NATALE 2019 SECONDO ANDREA BERTON

IL NATALE 2019 SECONDO ANDREA BERTON

Natale al ristorante? È sempre un’ottima idea, specialmente se volete godervi la festa in tutta serenità, magari approfittando della ricorrenza speciale per provare un locale fine dining dove non siete ancora stati. Qui vi proponiamo il Natale 2019 secondo Andrea Berton. Il menu ci sembra molto, molto goloso.

Il Natale 2019 secondo Andrea Berton verrà celebrato nel suo ristorante di Via Mike Bongiorno. Sono ormai sei anni che Andrea Berton ha scelto per il suo ristorante  l’avveniristico quartiere di Porta Nuova Varesine. Scelta peraltro  non casuale. Ci dice infatti: “ogni giorno passavo davanti al cantiere di Porta Nuova Varesine e pensavo: il mio ristorante nascerà lì”. 

IL NATALE 2019 SECONDO ANDREA BERTON Lo chef stellato Andrea Berton con la sua brugata di cucina
Lo chef stellato Andrea Berton con la sua brigata di cucina

La carriera

Ma torniamo indietro nel tempo e ripercorriamo dunque la carriera di uno dei più’ talentuosi Marchesi Boys.  Friulano di San Daniele – terra del prosciutto crudo – si appassiona naturalmente  alla cucina seguendo sua madre ai fornelli.  Entra così alla Scuola Alberghiera  e, una volta diplomato,  ha subito l’opportunità di lavorare nientemeno che da Marchesi.

Ma ci sono altri luoghi e persone che contribuirono alla  sua  “formazione artistica”. Mossiman’s a Londra, Pinchiorri a Firenze, Louis XV a Montecarlo. Ma soprattutto la Taverna di Colloredo a Monte Albano, Udine,  da cui Berton uscì per andare a collezionare stelle.  Finita l’esperienza  del Trussardi nel 2012, ha aperto in Brera assieme a dei soci il bistrot Pisacco  in via Solferino chiuso recentemente per concentrarsi maggiormente sui due Dry, cocktail & pizza (uno in Solferino, l’altro in Via Vittorio Veneto). Un nuovo format sul quale lo chef punta molto.

IL NATALE 2019 SECONDO ANDREA BERTON Pesce e crostacei sono spesso protagonisti dei piatti dello chef
Pesce e crostacei sono spesso protagonisti dei piatti dello chef

 

Il Ristorante Berton

Ed eccoci arrivati a dicembre del 2013, anno dell’inaugurazione del “Ristorante Berton”.  Qui avviene il ritorno alla “sua” cucina:  essenziale e allo stesso tempo  elegante,  dove i sapori sono sempre riconoscibili al palato. Andrea presenta “piatti moderni” valorizzando gli   ingredienti di base  e introducendo alcuni ingredienti poco conosciuti. All’interno del menu assume grande importanza il brodo che, nobilitato a piatto vero e proprio, per lo chef  rappresenta la massima sintesi dell’ingrediente principale di ogni piatto. Ecco alcuni dei suoi imperdibili famosi “brodi”; di Gianciporro e Lemon Grass, di Grana Padano, di Pesce, di Gallina, di Vitello e Verbena, di Mela con The Nero.

Nel mese di novembre del 2014, a nemmeno un anno di distanza dall’apertura del suo ristorante, Andrea Berton ottiene una Stella Michelin.  In realta’  Berton  aveva gia’ raggiunto il prestigioso traguardo delle due stelle Michelin in due anni consecutivi, 2008 e 2009  (come in precedenza era riuscito solo a Gualtiero Marchesi) al Trussardi alla Scala. 

Aperture e collaborazioni più recenti

Berton al Lago è  già stato inserito dalla clientela d’élite tra gli imperdibili del Lario. Nella sua cucina i piatti più celebri della tradizione gastronomica italiana vengono riproposti in chiave contemporanea dall’estro ed indiscussa capacità del giovane Raffaele Lenzi,  scelto da Berton come Capo Chef del ristorante.

E poi c’è Cefalù, dove al Resort Club Med  lo chef offre la sua interpretazione delle ricette siciliane.

Ma il nostro inarrestabile chef non si ferma qui: ha  appena annunciato una ulteriore collaborazione con QC Terme.

IL NATALE 2019 SECONDO ANDREA BERTON In ogni piatto il brodo riassume l'ingrediente principale, estraendone e concentrandole il sapore:..
In ogni piatto il brodo riassume l’ingrediente principale, estraendone e concentrandole il sapore:..

Ed eccoci al Natale 2019

A Milano, nella moderna casa gourmet di Andrea Berton, si festeggia sia alla Vigilia di Natale sia il 25 dicembre, con un festoso pranzo.

Il pranzo del 25 dicembre prevede un menu scandito da Sfogliatella di sedano rapa e caviale Calvisius Tradition, Insalata di mare, Tortelli di lepre, ribes, cime di rapa in brodo di lepre, Astice in due servizi, Piccione in crosta, castagne e cipolla, per poi concludere con il Tronchetto di Natale e il Panettone, preceduti da un Frozen Mojito, per preparare il palato. In abbinamento? Bollicine Bruno Paillard.

Chi invece preferisce trascorrere da Berton la cena della Vigilia di Natale, può godersi una cena ritmata da Insalata di gamberetti, mandorla e lampone, Tortelli con ragù di vitello e Grana Padano con brodo di carne e limone, Triglia con pane croccante, zuppa di pesce e oliva liquida, Filetto al pepe verde di Sansho e patate croccanti, Tiramisù con panettone nel bicchiere, Panettone artigianale Andrea Berton con salsa zabaione.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Articoli dell'Autore / Bruna Meloni

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>