kamut
Food,  Lifestyle

Il Kamut è un marchio registrato americano. Non un tipo di grano

Il Kamut non è una tipologia di grano, bensì un marchio registrato prodotto in Montana, USA

In questi giorni si è parlato molto del tema Kamut, domandandosi se si tratti di una tipologia di grano oppure del nome di un marchio. Ebbene sono arrivate le risposte. A seguito delle recenti inchieste di Report (puntata del 7 giugno) e anche delle dichiarazioni rilasciate dall’Istituto Superiore di Sanità non ci sono più dubbi. Quello che il più delle si scambia per una tipologia di cereale e conseguentemente di farina è invece il nome proprio di un marchio registrato.

L’Inchiesta di Report (7 giugno 2021)

Con il reportage “Il Kamut non esiste” di Bernardo Iovene e Greta Orsi, si è parlato del Kamut come di un marchio nord americano che comprende una varietà di sottospecie di grano coltivato in Canada.

L’Italia rappresenta il 75% del mercato di questo marchio. Per anni si è confuso il marchio con il grano, che è una varietà antica coltivata anche nel nostro paese, essenzialmente biologica. Anche il grano a marchio Kamut è rigorosamente biologico, ma ultimamente è stato declassato.

Ad oggi, un celebre produttore di pasta ha dequalificato il grano kamut facendolo passare dalla categoria biologica a quella convenzionale. Il motivo alla base di questa decisione è stata la presenza di glifosato (il diserbante più usato al mondo perché economico e facile da usare ma che si sospetta sia cancerogeno) in alcuni container usati dal marchio Kamut per trasportare grano.

kamut

Da cosa è composto quindi il Kamut?

La composizione della farina di Kamut è il risultato della macinazione del grano Triticum turgidum turanicum, ovvero di un frumento orientale (Iran) noto anche come grano rosso o Khorasan. Il Kamut è un antenato del grano duro e, in quanto tale, contiene glutine, quindi è fortemente sconsigliato per tutti i celiaci.

Origine del nome Kamut

La storia del Kamut è nata negli Stati Uniti, precisamente nello stato del Montana e si è poi unita a quella orientale. Il nome del marchio si deve all’azienda Kamut International, fondata dal dottore in patologia vegetale e agricoltore biologico Bob Quinn, in Montana. Per quanto riguarda la componente orientale, invece, questo grano è riconducibile al nome Khorasan: un’antica regione situata nella parte orientale dell’Iran dove nacque una tipologia di frumento, detto appunto Khorasan.

kamut

Vendita del Kamut

Ad oggi, tutti possono coltivare il grano Khorasan, ma il nome commerciale Kamut è di proprietà esclusiva dell’azienda americana, unica autorizzata a venderlo sotto questo marchio. La produzione e la vendita di questo grano è infatti strettamente regolamentata e deve essere certificata rispettando una serie di norme stabilite dall’azienda statunitense.

 

Leggi anche:

A Report Tare e corruzione: inchiesta sul calcio stasera 7 giugno

Omicidio a Easttown: stasera mercoledì 9 giugno su Sky Atlantic

Grand Hotel prima puntata su Canale 5: trama del 9 giugno

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *