realtà virtuale totale
Hi Tech

Realtà virtuale totale: quanto è lontana?

Le aziende competono a colpi di console iperfuturistiche, e la realtà virtuale immersiva sembra sempre più vicina.

La sogniamo da anni, la vediamo in opere di fantasia come Matrix, Ready Player One o Sword Art Online. Esempi di realtà virtuale immersiva sono già in parte applicati a vari progetti come mostre, sfilate, concerti, progetti architettonici e di design, riabilitazione, istruzione… sembra sempre più vicina a noi, e la tecnologia non si lascia sfuggire questa tendenza.

Il mercato del VR

Ormai sono disponibili supporti di ogni tipo e sicuramente presto ne saranno disponibili altri…visto che si prevede che gli incassi totali nell’industria della realtà virtuale crescano dai 5 miliardi odierni a 12mld per il 2024 (come riportato da Statista.com).

La causa principale di questo sono i prezzi abbordabili, uniti alle tecnologie sempre più sviluppate. Ma quali sono gli strumenti che ci permetteranno di addentrarci sempre più in questo mondo?

I visori

L’accessorio per realtà virtuale più famoso è sicuramente il visore VR, portato alla ribalta grazie alle console ps4 e ps5 marchio PlayStation della Sony. Ma l’azienda giapponese non è di certo l’unica ad essersi dedicata al progetto. Samsung, Mattel, Google, Oculus Rift… sono solo pochi esempi tra le aziende che ne hanno colto il potenziale. Si ci può di certo usufruire di alcuni tipi di realtà virtuale anche su schermo, ma l’esperienza in prima persona che ci dona il visore è su un altro livello.

Proprio in questo periodo sta uscendo sul mercato un nuovo visore, Lynx-R1, dopo aver raccolto oltre 400.000 euro nel giro di 48 ore su Kickstarter. È il primo ad essere dotato di due fotocamere a colori ad alta definizione, che lo rendono estremamente competitivo nel campo. Ma i visori VR non sono né la prima né l’ultima delle periferiche di gioco dedicate a questo mondo.

Le Aptic Suit

realtà virtuale totale
le teslasuit in versione maschile e femminile

Mentre gli auricolari sono qualcosa di scontato, al contrario il più sorprendente degli accessori  per la realtà virtuale totale è la tuta tattile, detta anche tuta aptica, cybertuta o cybersuit. Ne esistono di diversi tipi (anche in versione ridotta, metà corpo o soli guanti) ma il più famoso probabilmente appartiene alla conosciutissima azienda Tesla Inc. di Elon Musk. Questa cybersuit è dotata di ben 68 punti tattili che tracciano i movimenti corporei in modo da evitare l’utilizzo di sensori esterni. Permette inoltre di percepire tutta una serie di stimoli sulla “pelle”: Le gocce di pioggia, il contatto  con altri giocatori, l’impatto delle onde sonore e persino dei proiettili.

Come ci si muove nelle simulazioni?

realtà virtuale totale
una piattaforma di movimento omni-direzionale

Un altro strumento che rende sempre più realistica e completa l’esperienza nella virtual reality è la piattaforma omni-direzionale per realtà virtuale. Si tratta di una sorta di tapis-roulant circolare che permette di muoversi in modo intuitivo all’interno della simulazione, ma eliminando il rischio di colpire qualcosa nella vita reale. Una versione più maneggevole ed economica sono le cybershoes, scarpe cibernetiche che permettono la stessa efficacia della piattaforma rimanendo comodamente seduti su una sedia girevole.

Cosa ci aspetta?

realtà virtuale totale
la realtà virtuale applicata alla riabilitazione infantile

Tanti strumenti ed innumerevoli possibilità di applicazione di realtà virtuale, quindi. Sicuramente è stata fatta tanta strada da quando soli 50 anni fa usciva sul mercato la prima console. Ormai musei, artisti, stilisti e architetti (ma non solo) si ispirano o utilizzano la realtà virtuale e la realtà aumentata per poter offrire ai propri clienti un’esperienza più completa o per aumentare la sicurezza delle loro esposizioni in questo periodo contraddistinto dal Covid-19.

Realtà vs virtuale

Ci si chiede ora quanto ci metteremo a creare una realtà virtuale totale ed immersiva abbastanza da farci dimenticare di non essere nel mondo reale.

Leggi anche:

Playstation arriva in Europa il 29 settembre 1995

Nintendo switch OLED: tutte le caratteristiche da sapere

La rivoluzione digitale ha cambiato le nostre vite, letteralmente!

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *