google meet novità
Hi Tech,  NEWS

Google Meet: ciò che c’è da sapere sul nuovo aggiornamento

Google Meet e tutto ciò che c’è da sapere sull’app e sul suo nuovo aggiornamento

Google Meet – Aggiornamento

L’emergenza Coronavirus ha, come sappiamo, cambiato il nostro modo di lavorare, studiare, interfacciarci con gli altri. Google non poteva che rimanere al passo coi tempi: infatti, ha creato una nuova piattaforma, chiamata Google Meet. Questa ha avuto subito successo, in un’annata in cui le videoconferenze ormai sono all’ordine del giorno.

Scopriamo di più sulla piattaforma e sui suoi nuovi aggiornamenti.

 

Cos’è Google Meet?

È una piattaforma per videoconferenze ed attività online. Permette di svolgere riunioni, lezioni e altro ancora. Il suo scopo è quello di facilitare e rendere più efficaci le dinamiche del lavoro o dello studio da casa, semplificandone gli aspetti tecnologici.

Ha sicuramente un vantaggio rispetto agli altri: la maggior parte degli utenti del web possiede già un account Google. Non c’è bisogno di pensare a nuove password, creare un profilo, è già tutto pronto.

Un’organizzazione però può scegliere di attivare un account su G Suite (o Google Workspace), il pacchetto completo per professionisti, a pagamento. Chi lo possiede può accedere a funzioni avanzate. Si tratta di opzioni come le registrazioni delle videochiamate o la possibilità di estendere le riunioni, utili nel caso di classi scolastiche o aziende. Questo servizio è stato reso gratuito a tutti da parte di Google, da marzo ad ottobre 2020.

Ma cosa è successo a partire da ottobre? I clienti di G Suite possono accedere a funzionalità diverse, a seconda del tipo di account posseduto. Ciò significa che è finito il periodo gratuito concesso da Google: da ora in poi alcune funzioni saranno fruibili unicamente a pagamento.

 

In cosa consistono i nuovi aggiornamenti?

Dall’8 ottobre la piattaforma Meet consente agli utenti di proporre dei sondaggi durante la videochiamata. Questa è una funzione che è certamente molto gradita. Se si è in tanti infatti, a volte diventa difficile esprimere le proprie preferenze: così diventa tutto può semplice.

google meet

Un’altra novità è quella delle Question&Answer. La funzione inedita infatti permette di porre quesiti ai partecipanti alla riunione, senza doverla interrompere. Immaginiamo di fruire di una lezione online: si può chiedere un chiarimento alla classe mentre il professore spiega, proprio come accadrebbe in aula con il proprio compagno di banco.

Dall’11 ottobre invece, c’è la possibilità di creare delle “stanze per sottogruppi di lavoro“, per organizzare la logistica al meglio. Le riunioni troppo numerose a volte possono confondere, diventare complicate da gestire. Ecco perché è molto utile questa funzione: un amministratore può creare fino a 100 stanze all’interno di un unico gruppo.

Google ha deciso inoltre di estendere fino a maggio 2021 la possibilità di fare chiamate illimitate gratuitamente.

 

Leggi anche: 

I migliori Podcast del 2020

USA: il governo americano accusa Google di monopolio illegale

Google dà manforte alle PMI

SU GOOGLE ARTS, LA MOSTRA DIGITALE SU FRIDA KAHLO

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *