,

FOREST BATHING: IMMERSIONI NELLA NATURA

FOREST BATHING: IMMERSIONI NELLA NATURA

Il Forest bathing è una particolare immersione nel bosco che sempre più medici prescrivono.

Il Forest bathing, che tradotto letteralmente significa bagno di foresta, è una pratica benefica, largamente riconosciuta come ottimo rimedio allo stress.

Uno studio del 2019 pubblicato sull’International Journal di ricerca sulla salute ambientale rivela che trascorrere 20 minuti in un parco migliora il benessere e la soddisfazione della propria vita.

In pratica una sessione di Forest bathing dura da due a tre ore, si svolge nel lasso di un chilometro e coinvolge tutti i sensi, convocando tutte le connessioni tra se stessi e natura e magari anche tra se e i propri compagni di avventura.

Perchè spesso ci sono delle guide che fungono da facilitatori nell’ottica in cui la foresta è il terapeuta.

Origini e approfondimenti sulla pratica delle immersioni in natura.

Probabilmente è nata per prima in Giappone, sotto il nome Shinrin Yoku. Infatti tra i cedri rossi e le foreste criptomerie della valle del Misugi, l’immersione nella natura dona immensi benefici, ormai ritenuti terapeutici.

immersioni in natura dal Giappone
Immersioni in natura dal Giappone

Per altro duplica i vantaggi, perché ne dona a coloro i quali attraversano la foresta a scopi curativi, ma fa si che la foresta stessa venga curata e protetta, forte del ruolo che riveste all’occhio umano.

Le prime sperimentatrici di questa tecnica sono state donne, tendenzialmente già aperte allo yoga e a pratiche di consciousness e mindfullness.

I benefici del Forest bathing riconosciuti anche dalla scienza.

Tuttavia vediamo ora avvicinarsi anche molti uomini da quanto dicono i dati del Forest Bathing Institute in Inghilterra, che spinge sempre più per rendere scientificamente autorevoli queste pratiche.

A tal proposito, l’Università di Derby sta lavorando su uno studio che ne definisce i benefici, con l’obiettivo di pubblicare i risultati nel 2020 e l’auspicio di entrare a far parte dei servizi prescrivibili dall’SSN britannico, come già accade in Giappone e Scozia.

Fin ora gli studi hanno dimostrato che riduce lo stress, l’ansia, la depressione, rafforza il sistema immunitario e migliora la salute cardiovascolare.

forest bathing
l’ambiente del forest bathing


Nell’ottobre 2018, il National Health Service (Sistema Sanitario Nazionale) nelle isole Shetland, in Scozia, ha autorizzato i medici a prescrivere la terapia della natura ai pazienti, sotto forma di escursioni e birdwatching. O ancora, in America, Oregon, ci sono stati numerosi casi di medici che prescrivessero di andare al parco, in collaborazione con l’organizzazione senza fini di lucro “Park Rx America”, specializzata nell’indirizzare i pazienti nelle aree verdi più vicine.

Insomma, l’industria del benessere continua a crescere e plasmare ogni settore della vita, da cibi e bevande alla rigenerante natura, per le terapie preventive più salutari e accessibili.

Senz’altro l’immersione nella natura è il nuovo trattamento preferito dai medici come prescrizione per i pazienti che soffrono di ansia, depressione e ipertensione.

Tuttavia, anche senza questi sintomi, il Forest bathing è sempre un’ottima idea.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Silvana Petrelli
Articoli dell'Autore / Silvana Petrelli

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>