ecobonus settembre auto usate
Lifestyle,  Motori

Ecobonus settembre: dal 28 al via le prenotazioni per auto usate

Ecobonus auto usate a partire dal 28 settembre: i requisiti per richiederlo

A partire dalle 10:00 di martedì 28 settembre, i concessionari potranno accedere sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire le prenotazioni degli incentivi per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati a basse emissioni. Gli incentivi possono essere richiesti fino al 31 dicembre 2021 (a patto che non esauriscano i fondi prima).

I requisiti per avere gli incentivi Ecobonus di settembre

Con la conversione in legge del Decreto Sostegni Bis, 40 milioni di euro verranno destinati all’incentivo per l’acquisto di vetture di seconda mano. Con il bonus, è possibile avere uno sconto che va dai 750 ai 2000 euro.

Per beneficiare dell’ecobonus di settembre, bisognerà avere un veicolo da rottamare della stessa categoria di quello da acquistare immatricolato da almeno dieci anni ed intestato da almeno 12 mesi all’acquirente o ad un familiare convivente. Il veicolo usato di classe euro non deve essere inferiore a 6. Il prezzo di mercato non deve superare i 25.000 euro e le emissioni devono essere comprese tra 0-160 g/km CO2.

L’importo del bonus, infatti, è condizionato del valore di CO2 del veicolo acquistato. Si otterrà così uno sconto di 2000 euro da 0 a 60 grammi per chilometro; da 61 a 90 g/km, si avrà 1.000 euro di sconto e da 91 a 160 g/km 750 euro.

Ecobonus settembre per auto usate
Ecobonus settembre 2021

Ricapitolando, ecco i casi in cui è possibile accedere all’agevolazione:

  • se si acquista un’auto usata dal concessionario;
  • si porta un’auto da rottamare immatricolata prima del 2011 (o comunque da almeno dieci anni);
  • se l’auto da acquistare è della stessa categoria di quella da rottamare;
  • l’auto da acquistare costa al massimo 25mila euro;
  • se l’auto da acquistare non produce emissioni di Co2 superiori a 160 grammi per chilometro percorso;
  • se si acquista l’auto dopo le ore 10 di oggi, martedì 28 settembre, ma prima che finiscano i 40 milioni di euro di stanziamento previsto dal governo.

Leggi anche:

La prima Tesla Model 3 in versione ibrida

Alla scoperta di Fiat 500 “La prima”, la nuova city car elettrica

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *