, ,

CERSAIE MOSTRA UN NUOVO VOLTO E DIVENTA ‘OPEN CERSAIE’

CERSAIE MOSTRA UN NUOVO VOLTO E DIVENTA ‘OPEN CERSAIE’

Si rinnova a Bologna il tradizionale appuntamento con  il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno che,  giunto alla sua 37esima edizione, diventa Open Cersaie.

Per l’edizione 2019, il Salone cambia volto e diventa Open Cersaie, una nuova idea di esposizione basata sulla contaminazione e sull’apertura a nuovi mondi di riferimento.

Da questa idea la creazione di un pittogramma e un nuovo logotipo che conferiscono un brand più completo e istituzionale. “Open” alle sfide di un mondo sempre più competitivo.

Mame lifestyle CERSAIE MOSTRA UN NUOVO VOLTO E DIVENTA 'OPEN CERSAIE' Cersaie 2018
Cersaie 2018

Cersaie 2019

Con i suoi  grandi numeri (869 espositori, dei quali 338 stranieri da 40 Paesi, e oltre novemila visitatori attesi), l’edizione 2019 del Cersaie – dal 23 al 27 settembre – si riconferma a livello internazionale come una manifestazione capace non solo di assecondare ma anche di anticipare le evoluzioni del settore.

La ceramica, da anni sdoganata da un uso limitato al residenziale, diventa protagonista anche del contract, con una sezione che per la prima volta lo rappresenta.

Il made in Italy

A Cersaie il Made in Italy resta sempre in primo piano. Qualche numero.

La ceramica italiana detiene la leadership mondiale delle esportazioni in valore, realizzando all’estero l’85% delle vendite con un fatturato di oltre 4,6 miliardi di euro che rappresenta oltre l’1% dell’export nazionale.

La capacità competitiva sui mercati internazionali consente di occupare oltre 25mila addetti diretti e altrettanti nell’indotto concentrati soprattutto nel distretto emiliano-romagnolo.

Mame lifestyle CERSAIE MOSTRA UN NUOVO VOLTO E DIVENTA 'OPEN CERSAIE' Cersaie1
Cersaie 2018

Grandi ospiti

Tra i grandi ospiti di questa edizione l’architetto cileno Felipe Assadi le cui opere si contraddistinguono per l’utilizzo di materiali economici, facili da reperire e da trasportare.

Insieme ad Assadi, l’indiana Anupama Kundoo che in questa sede illustrerà la propria concezione architettonica, da cui emerge il forte interesse verso gli aspetti sostenibili e per il contesto socio-economico nelle proprie scelte progettuali.

Giovedì 26 settembre sarà, invece, la volta degli architetti Dominique Jakob e Brendan MacFarlane, titolari dell’omonimo studio d’architettura con sede a Parigi. Lo stesso giorno, ma alle 16.00, sempre presso la Galleria dell’Architettura, il pluripremiato architetto argentino Emilio Ambazs, precursore dell’architettura green.

Le novità di Cersaie 2019

Non mancano le novità.

Nel padiglione 29 esordirà una nuova area tematica: Archincont(r)act, con l’obiettivo di mettere in contatto l’architettura e il mondo del contract. Al padiglione 30 ci sarà la mostra tematica ‘Famous Bathroom’. Libera interpretazione di ambienti bagno ispirati da personaggi che hanno fatto la storia, dai Beatles a Sigmund Freud.

Inoltre, il portale della mostra sarà in via Cavour. Quest’anno per la prima volta in Fiera con uno spazio dedicato alla sua immagine di tempio della grande moda. 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Bruna Meloni
Articoli dell'Autore / Bruna Meloni

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>