, ,

MOTOGP 2019 GP QATAR, DOVIZIOSO VINCE IN VOLATA

MOTOGP 2019 GP QATAR, DOVIZIOSO VINCE IN VOLATA

MotoGP 2019, una vittoria fotocopia al GP del Qatar, come lo scorso anno una vittoria in volata per Dovizioso, Marquez secondo per 23 centesimi.

Losail, GP del Qatar, la MotoGP 2019 comincia con un agguerritissimo Andrea Dovizioso, che ha dovuto giocarsela con Marquez in volata fino all’ultima curva.

Nella prima parte di gara, il Dovi è subito al comando, l’obbiettivo è il risparmio della gomma, quindi nessuno esagera e il gruppo rimane compatto.

Inaspettatamente arriva la Suzuki di Alex Rins a scuotere il ritmo di gara, che con una serie di sorpassi scambiati con Dovizioso, prende il comando.

Lo seguono il Dovi, Marquez, Petrucci, Mir e Crutchlow.

Mentre il ritmo sale, Petrucci incalza Marquez e segue il suo compagno di squadra.

Nel frattempo nelle retrovie, le due Yamaha di Rossi e Vinales sono in difficoltà al 8° e 7° posto, Morbidelli li segue tenendo il loro passo.

Verso il 10° giro, finalmente Dovizioso torna in testa alla gara e spinge Rins fra le grinfie di Marquez, che nel frattempo ha scavalcato Petrucci.

Morbidelli intanto si piazza dietro Vinales, superando il Dottore, che con calma, prova a gestire le gomme e il poco grip che anche durante le prove tormenta l’avantreno della sua Yamaha.

La rimonta di Rossi

Nonostante i problemi di grip, Rossi, dall’alto dei suoi 40 anni, riesce a mettere dietro, dopo qualche giro, sia Morbidelli che il suo compagno di squadra Vinales, piazzandosi 7° al 16°giro.

Mentre il gruppo di testa Dovizioso-Marquez-Rins si giocano i tre gradini del podio, nel corso del 20° giro, Rossi riesce a rimontare fino alla 5° posizione piazzandosi alle spalle di Petrucci.

Ma in meno di un giro le cose si ribaltano, Marquez riesce a scavalcare Dovizioso e Crutchlow sfila sia Rossi che Petrucci.

Quando arriva il rettilineo però la Ducati del Dovi sembra avere una marcia in più e riprende il comando della gara, mentre Crutchlow ruba la 3° posizione a Rins.

Arrivati all’ultimo giro, si da fuoco alle polveri e i due piloti di testa regalano un sorpasso dietro l’altro. Se la giocano in volata, ma è l’italiano ad avere la meglio sullo spagnolo.

Fotofinish da deja vu

Dovizioso vince con soli 23 centesimi di secondo su Marquez. Se vi sembra un deja vu, è perché anche l’anno scorso hanno finito entrambi al fotofinish nelle medesime posizioni.

Meritatissimo il 3° gradino del podio a Cal Crutchlow che ha svolto una gara molto intelligente e conservativa, che ha dato ottimi risultati.

Rins chiude 4°, dimostrando che la Suzuki ha fatto davvero dei grandi passi avanti, anche se c’è ancora molto su cui lavorare.

Il Dottore si piazza al 5° posto, con una rimonta che ci era quasi sembrata scontata, nonostante i problemi riscontrati in prova. Insomma, Rossi resta sempre un animale da gara.

Ottima gara anche per Petrucci, che si piazza 6°, con la consapevolezza che possiede la stoffa per star lì con i primi. Poi la squadra Ducati Petru-Dovi promette bene, sembra ci sia una buona armonia fra i due piloti.

Il debutto di Lorenzo sulla Honda invece, non è stato dei migliori, anzi, è stato davvero pessimo,visto che ha fatto solo 13°. Stavolta la colpa a chi dovremo darla?

Questo Gp del Qatar, come di consueto, inaugura la stagione MotoGP, che per questo 2019 ha tutti i presupposti per diventare molto interessante.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefano Sirchia
Articoli dell'Autore / Stefano Sirchia

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>