, ,

ANDARE IN MOTO RIDUCE LO STRESS

ANDARE IN MOTO RIDUCE LO STRESS

I motociclisti lo sanno bene, andare in moto riduce lo stress, lo ha confermato un recente studio dell’Università della California, finanziato da Harley-Davidson.

Chi se non Harley-Davidson finanzierebbe una ricerca del genere, loro lo sanno già che andare in moto riduce lo stress, come tutti i veri motociclisti.

The mental and physical effects of riding a motorcycle”, questo il nome dello studio che dovrebbe essere ufficializzato entro l’anno, condotto dall’istituto Semel per la Neuroscienze e il Comportamento Umano dell’ UCLA (Università della California di Los Angeles).

Per adesso ci accontentiamo dei dati che sono emersi da questa ricerca.

I dati della ricerca

In un campione di circa 50 riders esperti, hanno monitorato: attività celebrale, battito cardiaco e i livelli di adrenalina, noradrenalina e cortisolo. Le rilevazioni sono state effettuate prima, durante e dopo aver guidato una moto per una ventina di minuti.

Alla fine dei test emergeva un aumento del battito cardiaco dell’11%, un po’ come fare della leggera attività fisica. Unito ad esso un significativo innalzamento della soglia di attenzione e di concentrazione, come quando si beve una tazza di caffè (tazza, non tazzina).

andare in moto riduce lo stress
Andare in moto aumenta del 27% i livelli di adrenalina

Riduzione dello stress

Inoltre i livelli di noradrenalina e di adrenalina sono aumentati del 27%, con un significativo abbattimento del livello di cortisolo (l’ormone dello stress) che scende ad un incredibile 28%.

Ricapitolando, andare in moto per soli 20 minuti, ha un sostanziale aumento delle abilità motorie e cognitive, ovvero un aumento dei riflessi e della soglia di attenzione e concentrazione.

Inoltre andare in moto riduce lo stress del 28%, grazie all’abbassamento del cortisolo che riduce ansia e ipertensione.

Poi la moto la senti con tutto il tuo essere e ti aiuta a sentire la natura che ti scorre davanti, una connessione forte che trasmette positività, il miglior antistress al mondo.

andare in moto riduce lo stress
Andare in moto riduce lo stress, meglio di una SPA

Il diverso funzionamento del cervello

Già tempo fa, uno studio condotto dal Dott. Ryuta Kawashima in collaborazione con Yamaha, aveva rivelato che il cervello di chi va in moto, funziona e reagisce alle stimolazioni in modo diverso da chi non lo fa (mai o da più di 10 anni).

Dallo studio infatti emergeva nei motociclisti, una migliore risposta della corteccia prefrontale, zona celebrale responsabile dei comportamenti cognitivi complessi.

Questo spiega il perché andare in moto riduce lo stress e mantiene così giovani e vitali. La corteccia prefrontale infatti si occupa principalmente di guidare i pensieri e le azioni in accordo ai propri obbiettivi, regola anche l’espressione della personalità.

Ha inoltre la funzione di “controllo sociale”, ovvero la capacità di sopprimere azioni che potrebbero portare a condotte sociali inaccettabili.

andare in moto riduce lo stress
La moto unisce in passione ed amicizia

Il diverso funzionamento del cuore

Forse per questo, quando pensiamo ai motociclisti, ci vengono in mente le lunghe colonne di moto che percorrono le strade americane, o grandi raduni con salsiccia e birra e tata amicizia.

Anche gli sport motoristici dimostrano sempre il buon cuore dei piloti, sempre pronti a congratularsi con il vincitore o piangere tutti insieme per un amico che ha perso la vita su quelle due ruote che amava.

andare in moto riduce lo stress
La moto insegna il rispetto tra rivali

Se non siete motociclisti, non avete mai visto un bambino che vi saluta da dietro il vetro di un’auto, con gli occhi sgranati pieni di meraviglia che si riflettono sulla visiera del vostro casco.

Quando nella vita quotidiana, magari in una giornata di freddo o di pioggia, vi capita di incontrare un centauro, osservatelo.

Osservatelo quando scende dalla sua moto. Un espressione solare e distesa sul suo viso, anche dopo una giornata di lavoro, anche mentre ci sono 0° fuori e piove.

Magari fatevi raccontare di un raduno, una curva, un viaggio o una caduta in sella a quel capolavoro di ingegneria meccanica che lui chiama per nome.

Osservate bene la sua espressione, come parla di un’esperienza vissuta in moto come si trattasse di un sogno. Qualcosa di meraviglioso che solo lui e quelli come lui riescono a capire.

Se non siete mai saliti su una moto, provate. Vedrete che non scenderete più.

andare in moto riduce lo stress
Andare in moto fa bene al cervello, ma anche al cuore

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefano Sirchia
Articoli dell'Autore / Stefano Sirchia