“Riccardino”: il dialogo tra Montalbano e il prof. Camilleri | Leggi l’estratto

“Riccardino”: il dialogo tra Montalbano e il prof. Camilleri | Leggi l’estratto

Il dialogo tra Salvo Montalbano e il porf. Camilleri: un estratto da Riccardino

Riccardino, l’ultimo libro di Andrea Camilleri, ultimo capitolo delle storie del commissario Montalbano esce oggi, 16 luglio. Cammilleri però ha riservato molte sorprese ai suoi lettori, con un libro pirandelliano. Nel libro infatti c’è proprio lui, lo scrittore creatore, che parla con il suo personaggio. Personaggio reale? Sì pare di sì, oppure no. C’è uno strano triangolo tra lo scrittore Camilleri, Salvo Montalbano (vero) e il commissario Montalbano della tv.

Pare proprio che Camilleri “spii” a Salvo le indagini, per farle diventare delle storie di successo e produrre delle fiction. Pare. Almeno fino a questo meraviglioso dialogo tra Salvo e Andrea, creatura e cratore, riportato dal Corriere della Sera.

Per maggiori informazioni su Riccardino, leggi qui.

Estratto Riccardino: un po’ del testo e il dialogo tra Camilleri e Montalbano

Ecco l’estratto da Riccardino di Andrea Camilleri, edito da Sellerio.

Mentri che stava sconzanno, squillò il tilefono. Siccome la mangiata l’aviva bono disposto, annò ad arrispunniri.
Era l’Autore che lo chiamava da Roma. Si pentì subito d’aviri isato il ricevitori.

«Salvo, ce l’hai un po’ di tempo?».
«Un poco quanto?».
«Massimo deci minuti».
«Vabbeni. Dimmi».
«Così non posso più andare avanti, dovresti cercare di darmi una mano d’aiuto».
«In che senso?».
«Come me l’hai sempre data. La storia di Riccardino, della quale ti stai occupando…».
«Chi te ne ha parlato?» lo ’ntirrompì Montalbano arrisintuto.

L’Autore tirò un sospiro funnuto.
«Madonna, Salvo, siamo ancora a questo punto? Non l’hai capito o lo fai apposta?».
«Voglio sapere chi ti ha informato».
«Salvo, la facenna sta completamenti arriversa. Sono io che informo te, e non capisco perché ti ostini a credere che sei tu a informare me. Questa storia di Riccardino io la sto scrivendo mentre tu la stai vivendo, tutto qua».
«Quindi io sarei il pupo e tu il puparo?».
«Ma che minchiate dici? Ora mi cadi nei luoghi comuni? Te lo sei scordato quante volte tu hai imposto a una mia storia, di tua iniziativa, autonomamente, un corso completamente diverso da quello che io avevo in testa di scrivere? Per esempio, non sei stato tu a scegliere il finale de La pazienza del ragno? Io avevo pensato di terminarlo in un certo modo, ma tu mi hai costretto a una soluzione diversa. E so anche perché l’hai voluto fare».

Luca Zingaretti legge Montalbano

Potrebbero interessarti:

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Federico Demitry
Articoli dell'Autore / Federico Demitry

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>