LA RAGAZZA CON LA LEICA – IL PREMIO STREGA 2018

LA RAGAZZA CON LA LEICA – IL PREMIO STREGA 2018

Helena Janeczek si è aggiudicata il prestigioso Premio Strega con il suo romanzo La ragazza con la Leica. Protagonista delle vicende narrate è la fotografa Gerda Taro.

La ragazza con la Leica

La fotografa Gerda Taro è la ragazza con la Leica, protagonista del romanzo. Le vicende iniziano dalla fine: il 1° agosto 1937 si svolgono i funerali della giovane fotografa, la prima a essere caduta in battaglia durante la Guerra di Spagna. In prima fila del corteo c’è Robert Capa, colui che aveva insegnato a Gerda a suonare la Leica e che era partito insieme a lei per la guerra. Nel corteo ci sono anche altri personaggi legati alla defunta, come per esempio l’amica Ruth Cerf. Le due hanno infatti vissuto insieme tempi difficili a Parigi. Presente inoltre Willy Chardack, spasimante di Gerda.

Nonostante sia morta, Gerda rimane un simbolo per chi l’ha conosciuta e amata. La sua figura diventa così il cuore pulsante di un’epoca, dall’ascesa del nazismo al principio della Seconda guerra mondiale. Un’era fatta di discriminazioni, paure, orrori, speranze e sopravvivenza, ma anche di distruzione e tragedia. Gerda è stata una giovane donna, di conseguenza, in mezzo a un mondo in preda al caos.

Helena Janeczek

mame libri LA RAGAZZA CON LA LEICA - IL PREMIO STREGA 2018 helena
Helena Janeczek

La scrittrice Helena Janeczek è nata a Monaco di Baviera nel 1964 in una famiglia ebreo-polacca. Attualmente, vive in Italia da più di trent’anni. Il suo esordio nel mondo della letteratura è avvenuto con la raccolta di poesie Ins Freie, edita da Suhrkamp nel 1989. Nel 1997 pubblica Lezioni di tenebra con Mondadori: è la sua prima opera di narrativa in italiano. Vince inoltre il Premio Bagutta Opera Prima e il Premio Berto, riceve elogi importanti da scrittori come Lalla Romano e Erri de Luca. Segue Cibo (Mondadori, 2002) e nel 2012 viene ripubblicato Bloody Cow (Il Saggiatore), pamphlet visionario sulla “Mucca Pazza” e tributo a Claire Atkinson, una ragazza inglese vegetariana tra le prime vittime del morbo.

Negli ultimi anni Helena Janeczek ha partecipato a diverse opere collettive: Nell’occhio di chi guarda; scrittori e registi di fronte all’immagine (Donzelli, 2014), Festa del Perdono; Cronache dai decenni inutili (Bompiani, 2014), Milano (Sellerio, 2015), La formazione della scrittrice (Laurana, 2015), Dylan Skyline; dodici racconti per Bob Dylan (Nutrimenti, 2015), Il racconto onesto (Contrasto, 2015), Con gli occhi aperti: 20 autori per 20 luoghi (Exorma, 2016) e L’agenda ritrovata; Sette racconti per Paolo Borsellino (Feltrinelli, 2017).

I racconti La minaccia fantasma (Sellerio) e Pochi gradi di separazione (Feltrinelli) sono disponibili in versione e-book.

La ragazza con la Leica (Guanda, 2017) è il suo terzo romanzo.

Helena Janeczek è cofondatrice del blog letterario Nazione Indiana. Ha collaborato con Nuovi ArgomentiAlfabeta2 Lo Straniero e scritto per giornali come La Repubblica, L’Unitàil Sole 24Ore e Pagina 99.

Ha lavorato nell’editoria come consulente per la narrativa straniera. A Gallarate, dove vive con suo figlio e due gatti, organizza il festival letterario SI Scrittrici Insieme.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai