FOR EVER AND EVER, IL LIBRO SU DAVID BOWIE

FOR EVER AND EVER, IL LIBRO SU DAVID BOWIE

For Ever and Ever: I miei 15 anni di David Bowie

Stefano Bianchi nella stesura del suo nuovo libro For Ever and Ever: I miei 15 anni di David Bowie  decide di affrontare il suo rapporto professionale, sviluppatosi poi in uno che definiremmo quasi confidenziale, con uno dei personaggi più emblematici del contemporaneo: il Duca Bianco. Il libro non assume le mere forme di una biografia, ma si pone come una sorta di reportage giornalistico, a tratti introspettivo e personale, del rapporto di interviste e incontri tra la leggenda e l’autore. Un percorso meditato nel tempo e concluso da un irrefrenabile bisogno di elaborare il lutto da quel 10 gennaio 2016. Le musicassette con le interviste a Bowie, conservate come reliquie, sono finalmente venute alla luce per questo libro interessante e intrigante, specchio di un’epoca musicalmente irripetibile, consigliato a tutti i fans, ma non solo. 

Come dichiarato dall’autore stesso una biografia “Bene o male la può scrivere chiunque”, infatti questa, come detto sopra, lavora su materiale d’eccellenza e attinge a 15 anni d’incontri dove la professionalità giornalistica ha stabilito un feeling con la genialità della rockstar. È soprattutto però il risultato di due persone che si sono trovate a tu per tu, con il talento e la stima reciproci. L’introduzione porta la firma di Ivan Cattaneo, il quale racconta:

Quante volte con Stefano abbiamo parlato di David Bowie. Incontrato nei Seventies (io) e negli Eighties (lui). Fino a coglierlo insieme in tutta la sua iconicità, nel 2015 a Parigi, nella mostra kolossal intitolata Bowie is.”

La copertina

Stefano Bianchi coltiva da molti anni un’ambivalenza di passioni che si traduce, oltre che nel suo lavoro, in un sempreverde interesse sia per la critica musicale, sia per l’arte. Proprio per queste ragioni ha deciso di affidare l’ideazione della copertina, e non solo, a nomi come Edo Bertoglio (fotografo della rivista Interview di Andy Warhol), Patrick Corrado (artista e designer), Denise Esposito (fotografa e illustratrice), Andy Fluon (pittore e musicista), Marco Lodola (artista), Franco Mariani (ritrattista rock), Salvatore Masciullo (ritrattista su carta da giornale) e Miky Degni (graphic designer).

“Per me la musica è il colore. Non il dipinto. La mia musica mi permette di dipingere me stesso” David Bowie

Leggi anche

Book city: bilancio dell’edizione 2018

Chesil Beach: uno sguardo al romanzo di McEwan

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alberto Cappellaro
Articoli dell'Autore / Alberto Cappellaro