,

BOOK PRIDE 2019: EVENTI DA NON PERDERE

BOOK PRIDE 2019: EVENTI DA NON PERDERE

Dal 15 al 17 marzo parte la quinta edizione di Book Pride, tema di quest’anno: “ogni desiderio”. Gli eventi più interessanti da seguire

Book Pride 2019, fiera milanese dell’editoria indipendente e accumulatrice di eventi imperdibili, quest’anno si trasferisce in casa Fabbrica del Vapore e la trasforma in una fabbrica di desideri grazie al tema scelto dal direttore, Giorgio Vasta, Ogni desiderio.

Abbiamo già parlato in questo articolo delle novità di quest’anno e di ciò che invece è stato ulteriormente riconfermato. Che ne è, invece, degli eventi ufficiali più interessanti e che conviene seguire questa settimana?

Un programma sviluppato in nove sezioni

Il programma di questa quinta edizione di Book Pride è stato diviso in 9 sezioni:

  • Professori di desiderio;
  • Stelle polari;
  • Forme del Desiderio;
  • Immaginare Mondi;
  • Altrove;
  • Il Desiderio delle Parole;
  • Ogni Storia è un Desiderio;
  • Umano/Urbano: la Trama del Desiderio;
  • Strumenti.

In particolare, saranno molto interessanti e, perciò, molto consigliati gli eventi della sezione Professori di desiderio, in cui si alterneranno dodici lezioni d’autore, in collaborazione con la Fondazione Treccani Cultura, focalizzate quindiognuna su un personaggio letterario diverso.

La sezione Stelle polari, invece, si occuperà di un ciclo di conversazioni e interviste in cui i protagonisti raccontano il loro legame con un determinato oggetto del desiderio.

Professori del desiderio tra gli eventi del Book Pride 2019

L’oggetto del desiderio che i protagonisti dei romanzi ambiscono a raggiungere è quasi sempre il motore che accende le vicende delle trame, ecco perché, in questa edizione Book Pride 2019 avrà un ruolo centrale negli eventi.

Violetta Bellocchio e il desiderio di Jane Eyre, dal romanzo di Charlotte Brontë; Giorgio Fontana e il desiderio dell’agrimensore K., da “Il Castello” di Franz Kafka; Fabio Geda e il desiderio di Asher Lev, da “Il mio nome è Asher Lev” di Chaim Potok; Nicola Lagioia e il desiderio dei personaggi di Truman Capote, in “A sangue freddo” e in “Preghiere esaudite”, ovvero quando le persone reali diventano personaggi di romanzi di non fiction; Marco Malvaldi e il desiderio di Barney da “La versione di Barney” di Mordecai Richler e quello di Winston, il protagonista di “1984” di George Orwell; e ancora Antonio Moresco e Tiziano ScarpaValeria ParrellaElena StancanelliChiara Valerio Simona Vinci.

Stelle polari, conversazioni del book pride

Tanti gli eventi in conversazione con autori famosi, come: Paolo Cognetti Chandra Livia Candiani, Federico Fiumani, Giuseppe Genna e Marco Damilan;, Dori Ghezzi, Paolo Giordano, Christian Raimo, Sandra Savaglio, Patrizia Valduga e Pietro Barbetta, Walter Siti

Inoltre, attesissimo anche Book pride Off, con un ricco programma – circa 20 incontri – in locali e librerie della città, tra cui uno speciale ricordo di Andrea Pinketts, scomparso il 20 dicembre, a cura di Alessandro Beretta.

Aggiornamento figure professionali della scuola: Strategie digitali per la scuola

Organizzato dalla Fondazione Stelline e realizzato da Università Cattolica in collaborazione con Editrice Bibliografica, Università degli Studi di Milano; Associazione Italiana Biblioteche, con il contributo di Mlol e Wikimedia Italia, metterà a confronto esperienze e proverà a proporre alcune strategie chiave di azione in alcuni ambiti esemplificativi: le biblioteche scolastiche, il coding, l’uso e la curation di contenuti in rete, l’editoria scolastica digitale, la ricerca sull’innovazione didattica.

ANCHE

PROGRAMMA COMPLETO

LEGGI ANCHE

MILANO DIGITAL WEEK 2019: GLI EVENTI

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Arianna Giampietro
Articoli dell'Autore / Arianna Giampietro

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>