Letteratura,  Libri

Rossella Postorino vince il Premio Campiello 2018

ROSSELLA POSTORINO SI AGGIUDICA IL PREMIO CAMPIELLO 2018.

L’autrice de “Le Assaggiatrici” stravince la 56esima edizione del Campiello.

VENEZIARossella Postorino è la vincitrice del Campiello 2018, con il suo romanzo “Le Assaggiatrici”, edito da Feltrinelli. Con 167 voti su 278, l’autrice presenta la sua versione ispirata alla storia vera di Margot Wolk, che racconta la su esperienza come assaggiatrice di Hitler nella caserma di Karusendorf.

“Le Assaggiatrici”  è la storia delle 12 donne reclutate per difendere il Führer dall’avvelenamento. Vedove coi mariti in guerra e i figli da sfamare, fidanzate o  nubili. Le assaggiatrici  abitavano nei villaggi intorno alla Tana del Lupo, il nascondiglio dove ogni giorno le SS le deportavano per colazione, pranzo e cena. Rosa e le “colleghe” assaggiano i piatti del cuoco Briciola, per accertarsi che le pietanze non fossero avvelenate. Ogni boccone per loro potrebbe essere l’ultimo. Ogni pagina mostra tutte le ambiguità della psiche umana, la linea tra vittima e colpevole è molto sottile, ed intorno a quel tavolo si mischiano storie di amicizia, paura, ostilità e qualche amore, sotto gli occhi vigili delle guardie.

«Lessi su un giornale la testimonianza di questa Margot Wölk, ormai 96 enne, e mi colpì che pur dichiarandosi NON nazista fosse stata disposta a rischiare la sua vita per preservare quella di Hitler».  Questo è il punto di partenza per Rossella Postorino, quarantenne nata in Calabria e cresciuta in provincia di Imperia.

LA FINALE

Mia Ceran e Enrico Bertolino conducono la finale al Teatro La Fenice di Venezia. La 56esima edizione del Premio Campiello, introdotto nel 1962 da alcuni industriali veneti, si è conclusa vedendo al secondo posto con 42 voti “Le vite potenziali” di Francesco Targhetta (Mondadori), e terza Helena Janeczek con “La ragazza con la Leica” (Guanda).

Il Campiello Giovani è andato, invece, alla diciottenne Elettra Solignani per il racconto “Con i mattoni”,che vede protagonista una giovane che precipita nell’anoressia. L’Opera Prima è stata assegnata a Valerio Valentini per il romanzo “Gli 80 di Campo-Rammaglia” (Editori Laterza).  Marta Morazzoni vince  il Premio Fondazione Il Campiello, il riconoscimento alla carriera.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!