mame letteratura OSCAR WILDE - LA NASCITA DI UN DECADENTE evidenza
Letteratura

OSCAR WILDE – LA NASCITA DI UN DECADENTE

Il 16 ottobre 1854 a Dublino nasceva Oscar Wilde, una delle personalità più significative del filone letterario esteta. Per celebrare questo giorno, riportiamo quindi le sue frasi migliori.

Oscar Wilde

mame letteratura OSCAR WILDE - LA NASCITA DI UN DECADENTE giovane
Oscar Wilde

Lo scrittore, giornalista, drammaturgo, saggista e poeta Oscar Wilde nasce a Dublino il 16 ottobre 1854. È figlio di due personaggi notevoli: il celebre oftalmologo irlandese Sir William e la poetessa irlandese Jane Francesca Elgee. Oscar ha poco in comune col padre, molto invece con la madre, cui somiglia nell’aspetto, nella voce, nelle eccentricità e nella passione per la letteratura.

Viene educato tra le mura domestiche fino all’età di nove anni, poi dal 1864 al 1871, studia alla Portora Royal School a Enniskillen (contea di Fermanagh), seguendo le orme di suo fratello maggiore. Dal 1871 al 1874 frequenta il Trinity College di Dublino dove, per i suoi lodevoli studi sui lirici greci, vince la Berkeley Gold Medal, il premio più prestigioso della scuola.

Nel 1890 pubblica il romanzo Il ritratto di Dorian Gray, uno dei capolavori della storia della letteratura. Riscuote grande successo anche come drammaturgo, in particolare con l’opera L’importanza di chiamarsi Ernesto.

A causa della propria omosessualità, Oscar Wilde viene processato e condannato a due anni di carcere e lavori forzati. È rimasta famosa nella letteratura inglese De Profundis, una lunga lettera che Oscar Wilde scrisse in carcere nel 1897 (e che fu pubblicata nel 1905), dopo essere stato processato, al suo amante Alfred Douglas.

Tornato libero nel 1897, si spegne a Parigi il 30 novembre 1900.

Le frasi più memorabili

  • Ho scritto quando non conoscevo la vita. Ora che so il senso della vita, non ho più niente da scrivere. La vita non può essere scritta: la vita può essere soltanto vissuta.
  • Le donne sono fatte per essere amate, non per essere comprese.
  • Gli ideali sono cose pericolose. Le cose reali sono infinitamente preferibili, anche se talora possono ferirci.
  • La verità nell’arte è quella la cui contraddizione è ugualmente vera.
  • Ricorda che esiste un’enorme differenza tra chi appare stolto agli occhi degli dei e chi lo appare agli occhi del mondo.
  • La bigamia è avere una moglie di troppo. La monogamia anche.
  • Il peggior vizio è la superficialità.
  • Solo le buone domande meritano buone risposte.
  • Le buone intenzioni sono state la rovina del mondo. I soli che hanno compiuto qualche cosa nel mondo sono stati coloro che non avevano nessuna intenzione.
  • Un amico è qualcuno che ti conosce molto bene e, nonostante questo, continua a frequentarti.
  • La Bellezza è l’unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana. Le filosofie si disgregano come la sabbia, le credenze si succedono l’una sull’altra, ma ciò che è bello è una gioia per tutte le stagioni, e un possesso per tutta l’eternità.
  • La maggior parte di noi vive sguazzando nelle fogne, solo che alcuni lo fanno guardando le stelle.
  • Bisogna sempre perdonare i propri nemici. Niente li infastidisce di più.
  • Nulla mi pare possedere il minimo valore, a eccezione di quello che si ricava da noi stessi.
  • I cuori sono fatti per essere infranti.
  • Non vi è alcuna ragione per cui un uomo debba mostrare la sua vita al mondo. Il mondo non capisce.
  • Tutti quelli che non sono capaci di imparare hanno preso a insegnare.
  • Amare se stessi è l’inizio di un romanzo che dura una vita.
  • La società spesso perdona il criminale; ma non perdona il sognatore.
  • Un po’ di sincerità è pericolosa, molta sincerità è assolutamente fatale.
  • Non possiamo tornare al santo. C’è molto più da imparare dal peccatore.
  • Esperienza è il nome che tutti danno ai loro errori.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!