mame letteratura ISABEL ALLENDE SPEGNE OGGI 76 CANDELINE evidenza
Letteratura

ISABEL ALLENDE SPEGNE OGGI 76 CANDELINE

Tanti auguri alla scrittrice cilena naturalizzata statunitense, autrice di alcuni dei libri più amati al mondo.

Isabel Allende

mame letteratura ISABEL ALLENDE SPEGNE OGGI 76 CANDELINE scena
Una scena del film La casa degli spiriti

Nata a Lima il 2 agosto 1942, Isabel Allende cresce sotto la protezione del cugino di suo padre, il futuro presidente del Cile Salvador Allende. Si trasferisce in vari Paesi, fino all’abbandono definitivo del Cile a causa del golpe militare di Pinochet, evento in cui perderà la vita lo stesso presidente Salvador. Resta dunque in Venezuela fino al 1988, trasferendosi successivamente in California. La casa degli spiriti (1982) è il romanzo che la rende rapidamente famosa nel mondo della letteratura. Da esso, nel 1993, viene tratto anche un film, con protagonisti Meryl Streep, Jeremy Irons, Winona Ryder, Glenn Close e Antonio Banderas.

Nel 1991, la figlia Paula si ammala di porfiria a soli ventotto anni, morendo l’anno successivo. Questo tragico lutto ispira alla scrittrice un altro libro, Paula, commovente e straziante. In quest’opera, infatti, l’autrice ripercorre la propria vita, arrivando proprio fino al momento del decesso dell’amata figlia. Isabel Allende parlerà ancora delle proprie vicende biografiche in La somma dei giorni (2007), continuando a descrivere gli eventi che ha affrontato insieme alla propria famiglia dalla morte di Paula in poi.

Le sue opere più recenti, inoltre, sono: Amore (2012), Il gioco di Ripper (2014), L’amante giapponese (2015) e Oltre l’inverno (2017).

Citazioni

  • I nostri pensieri danno forma a ciò che noi supponiamo sia la realtà. (da Il regno del drago d’oro)
  • La sola cosa che si possiede è l’amore che si dà. (da La vita secondo Isabel)
  • Non esiste separazione definitiva finché esiste il ricordo. (da Paula)
  • La vita è piena di ironie, è meglio godersi ora ciò che si ha, senza preoccuparsi di un domani ipotetico. (da Il gioco di Ripper)
  • Non c’è niente di più pericoloso del demone della fantasia acquattato nell’animo femminile. (da La figlia della fortuna)
  • «La morte non esiste, figlia. La gente muore solo quando viene dimenticata.» (da Eva Luna)
  • L’essenziale è spesso invisibile; è solo il cuore, e non l’occhio, a poterlo cogliere, ma la macchina fotografica a volte sfiora tracce di quella sostanza. (da Ritratto in seppia)
  • Tutti abbiamo lo spirito di un animale che ci accompagna. È come la nostra anima. Non tutti incontrano il proprio animale, solo i grandi guerrieri e gli sciamani […]. (da La città delle bestie)
  • La scrittura per me è un tentativo disperato di preservare la memoria. I ricordi, nel tempo, strappano dentro di noi l’abito della nostra personalità, e rischiamo di rimanere laceri, scoperti. Così scrivere mi consente di rimanere integra e di non perdere pezzi lungo il cammino. (dall’intervista a Librialice, 13 marzo 1998)

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!