,

SANS TABÙ ABBIGLIA LE NOSTRE CASE

SANS TABÙ ABBIGLIA LE NOSTRE CASE

Sans Tabù, nomen omen

Il nome dell’azienda marchigiana rappresenta una sorta di statement che il marchio stesso vuole comunicare agli acquirenti. La creatività è infatti un territorio sconfinato che non deve conoscere divieti, appunto tabù, che ostacolino il processo creativo che condurrà al risultato finale. Sans Tabù è impersonato da Luisa Bezzi, amante del mondo della grafica e per questo volenterosa di affiancare le sue idee a collaborazioni importanti come quelle con Mark Harfield, Michelle Jarvis, e Marco Zanuso jr.

Ma non è solo all’anima decorativa che il brand punta. Ad esaltare le stampe ricercate sarà l’impiego di materie prime di prestigio e di metodi di filatura all’avanguardia, tipici del riconosciuto know-how italiano. Abbiamo perciò satin, twill di seta, lane e mohair: intrecciati con fili metallici o alternati con l’inedito uso di fibre di legno che scopriamo essere sorprendentemente morbide.

La nuova collezione Rinascimento

Prendendo ispirazione dal luogo d’origine del marchio, Luisa Bezzi disegna la collezione Rinascimento. Reinventando in chiave vivace i bassorilievi del Palazzo Ducale di Urbino, Sans Tabù progetta un set per arredare tutti gli interni della casa. Vengono proposte lenzuola, tovaglie e, per la prima volta, viene introdotta anche la linea bagno. I tessuti impiegati rispondono come di consueto ad elevati standard di qualità. Le stampe su morbido velluto di cotone donano un effetto alquanto prezioso alle copiose varianti di cuscini. Gli asciugamani, invece, si rendono più funzionali grazie al rapido assorbimento che offre un materiale come la fibra di legno, rimanendo al tatto soffice come cashmere.

Altro sul design d’interni

Profi è il nuovo miscelatore di Dornbracht

Vescom presenta Montado e a noi Piace!

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alberto Cappellaro
Meet the author / Alberto Cappellaro

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>