Vezzoli e Prada, il museo di un giorno

Ironico e provocatorio, il progetto dell’artista bresciano, sostenuto dalla Fondazione Prada, a Parigi il 24 gennaio

Per il suo nuovo cimento artistico, Francesco Vezzoli ha trovato ancora una volta la complicità di Miuccia Prada. Dopo aver coinvolto celebri star del cinema in “promo” di film  e profumi inesistenti e aver fatto il verso alle presidenziali americane (con l’aiuto niente meno che di Sharon Stone e del filosofo francese Bernard Henri-Lévy), Vezzoli è autore del “24h Museum”, un museo effimero che dura lo spazio di una giornata, corredato da conferenza stampa, cerimonia d’inaugurazione e party d’ordinanza.

Ironia e gusto per la provocazione intellettuale sono elementi comuni al modo di intendere la vita e la creatività della stilista milanese e dell’artista bresciano, che Miuccia ha contribuito a far conoscere in tutto il mondo grazie all’attività della Fondazione Prada. Il 24 gennaio, durante le sfilate dell’haute couture, il Palais d’Iéna di Parigi – scelto da Prada già un anno fa per presentare la collezione Miu Miu – aprirà i battenti per ospitare la fulminea antologica di Vezzoli.

Come i diretti interessati hanno spiegato in una lunga intervista doppia apparsa  sabato scorso nell’inserto culturale del Financial Times, il 24h Museum di Vezzoli sarà composto da riproduzioni statuarie di impronta classica, alle quali l’artista ha però “cambiato i connotati”, sovrapponendo ai visi di eroi ed eroine mitologiche quelle di celebri star cinematografiche. Una divertita rielaborazione del mito classico e barocco, attualizzato mediante l’accostamento all’idea della fama e della notorietà che pervade i nostri tempi.

L’allestimento della mostra-lampo sarà curato dall’archistar danese Rem Koolhass attraverso lo studio AMO, lo stesso che ha ideato la spoglia ma evocativa ambientazione della sfilata di domenica scorsa a Milano, durante la quale Prada ha colto ancora una volta di sorpresa il pubblico, facendo sfilare una lista  di star hollywoodiane da far impallidire la serata degli Oscar, riflettendo con elementi estetici e stilistici come sempre di raffinata concezione sul tema della seduzione del potere e del fascino che esercita sull’immaginario collettivo.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Meet the author /

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>