Archivio

Maledizioni su una tomba ritrovata a Ostia Antica

Servivano a proteggere la salma del bambino che vi era sepolto 

Lo scorso giugno un gruppo di 30 studenti di archeologia provenienti da tutto il mondo da ricominciato i lavori di scavo nel sito di Ostia Antica.
La Sovrintendenza Archeologica di Roma ieri ha annunciato la scoperta di dieci nuove sepolture nella zona del parco dei Ravennati.
La curiosità è che una di queste tombe era di un bambino, ed era coperta da una lastra di piombo che riportava una maledizione per chi fosse intenzionato a profanarla. “Queste lamine erano diffuse in epoca imperiale e contenevano sia terribili maledizioni contro chi profanava le tombe, sia maledizioni magiche affidate al defunto contro i nemici” spiega Paola Germoni della Sovrintendenza.

Ma non è tutto: nel sito sono emersi anche i resti di un mausoleo circolare foderato in blocchi di travertino risalente alla fine dell’età repubblicana che nei secoli successivi fu usato con fini funerari, sia per il rito dell’inumazione sia della cremazione, e alcuni ambienti domestici di fine IV secolo con il pavimento in opus sectile e dei marmi policromi.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!