SPENCER, STANLEY

SPENCER, STANLEY

SPENCER, Stanley. Pittore inglese, uno degli artisti più originali dell’arte britannica del XX secolo. Visse gran parte della vita nel villaggio natale di Cookham, che compare in numerose sue opere.

Ebbe scarsa formazione scolastica, ma crebbe in una famiglia in cui letteratura, musica e religione erano interessi dominanti, grazie ai quali si arricchì spiritualmente. Disse che voleva prendere la parte più intima dei suoi desideri, i più diversi sentimenti religiosi… e far sì che diventassero la cosa più naturale del mondo, ed è soprattutto conosciuto per i dipinti in cui inscena eventi biblici nel suo villaggio; la sua predisposizione visionaria è stata messa a confronto con quella di William Blake.

Spencer vinse premi alla Slade School

Spencer vinse premi alla Slade School (1908-12) e prestò servizio militare dal 1915 al 1918, prima al Beaufort War Hospital di Bristol, poi in Macedonia. Divenne artista della Official War Art nel 1918, ma espresse i propri ricordi di guerra a livello pittorico solo dieci anni più tardi, quando dipinse una serie di murali per la Sandham Memorial Chapel a Burghclere, nell’Hampshire (1927-32), costruita in memoria di un soldato morto per una malattia contratta in Macedonia.

La disposizione dei murali ricorda la Cappella degli Scrovegni di Giotto a Padova, ma Spencer dipinse a olio, non a fresco, e non si concentrò sui grandi eventi di guerra ma sulla vita del soldato semplice, che dipinse con grande sentimento umano. Non c’è violenza nelle sue opere e anzi disse che l’idea per una delle scene –The Dug-Out -gli venne in mente “pensando a quanto sarebbe stato meraviglioso se un mattino, sbucando fuori dalle nostre trincee, avessimo scoperto che chissà perché tutto era in pace e la guerra era finita”.

In quel periodo Spencer

In quel periodo Spencer era molto famoso e la sua opera di maggior successo fu The Resurrection: Cookham (1924-26, Tate, Londra) che, quando venne esposta in pubblico, fu acclamata dal critico del Times come “il dipinto più importante di questo secolo” e poi “ciò che lo rende così straordinario sta nella combinazione di attenti dettagli con una concezione moderna della forma. È come se un preraffaellita avesse stretto la mano a un *cubista”.

Spencer fu di nuovo esponente della Official War Art durante la seconda guerra mondiale, e in quel periodo dipinse un serie di tele di grandi dimensioni sulla costruzione delle navi a Clyde (Imperial War Museum, Londra), esprimendo in modo eccellente l’eroico lavoro di squadra degli operai navali durante il faticoso periodo della guerra.

Raggiunse il culmine della carriera con il titolo

Raggiunse il culmine della carrier con il titolo di cavaliere nell’ultimo anno di vita, durante la quale però non aveva avuto solo successi: negli anni Trenta si alienò parte del pubblico con le deformazioni espressive e i contenuti erotici di alcune sue opere; nel 1935 si dimise dalla Royal Academy quando due dei suoi dipinti, considerati caricaturali e mal disegnati, non vennero accettati per la mostra annuale estiva; si riconciliò con l’Academy solo nel 1950.

Stanley Spencer, nel 1937 divorziò dalla prima moglie, la pittrice Hilda Carline (1889-1950), e sposò Patricia Preece (1900-1971), anche lei pittrice, ma questo secondo matrimonio fu un disastro e Hilda continuò a svolgere un ruolo importante nella sua vita; egli dipinse dei quadri in memoria di lei e le scrisse delle lettere dopo che era morta. Alcuni dei nudi che dipinse di Patricia esprimono vivamente non solo la tensione sessuale della sua vita, ma anche la sua idea della santità dell’amore umano: molto conosciuto è il doppio nudo suo e di Patricia, intitolato The Leg of Mutton Nude (1936, Tate).

Nei suoi ultimi anni di vita Spencer divenne famoso

Nei suoi ultimi anni di vita Spencer divenne famoso anche come paesaggista e pittore di figura; occasionalmente, inoltre, dipinse ritratti. C’è una galleria d’arte in suo onore a Cookham in cui si trovano dipinti e curiosità, come la carrozzina per bambini che questo personaggio eccentrico usava per spostare i suoi strumenti da pittore in giro per il paese.
Il fratello più giovane, Gilbert Spencer (Cookham 1892-Walsham le Willows 1979), pittore dedito ai soggetti e ai paesaggi fantastici, dipingeva con stile simile a quello di Stanley.

Nascita: Cookham 1891; Morte: Cliveden 1959

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai