Dizionario Arte

Weber, Max

Weber, Max. Pittore, scultore, e scrittore americano di origine russa, la cui opera riassume, più di quella di qualsiasi altro artista americano, gli ultimi sviluppi dell’arte europea all’inizio del XX secolo. Weber emigrò a New York con i genitori all’età di 10 anni. Dal 1905 al 1908 viaggiò in Europa, studiò a Parigi all’Académie Julian e conobbe Matisse, ammirò il primo cubismo e divenne amico di Henri Rousseau. Dopo il ritorno a New York nel 1909 divenne in breve tempo una figura controversa: nessun altro artista d’avanguardia americano del tempo espose così tanto e fu più duramente criticato. La sua opera fu influenzata dal fauvisme, dall’arte *primitiva (fu uno dei primi artisti americani a mostrare interesse per quest’arte) e, in modo più significativo, dal cubismo, tanto nella scultura quanto nella pittura. Dopo il 1917 tuttavia lo stile di Weber divenne più naturalistico. I soggetti delle opere degli anni Trenta e Quaranta rispecchiano il suo impegno sociale: troviamo scene con rabbini e studiosi ebrei, mistica reminiscenza della sua infanzia russa. Weber pubblicò numerosi libri, tra cui Poesie cubiste e l’autobiografico Max Weber (1945).

Nascita: Belostok 1881; Morte: Great Neck 1961

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!