vaccari, franco
Dizionario Arte

VACCARI, FRANCO

Vaccari, Franco. Artista italiano. Dopo essersi laureato in Fisica, le sue prime esperienze artistiche si orientano verso la poesia visiva, dando luogo ad un percorso di tipo concettuale in cui grande evidenza assume la riflessione sui mezzi di comunicazione di massa e sulla fotografia in particolare; a partire dalla metà degli anni Sessanta realizza alcuni film d’artista come reazione all’omologazione televisiva.

Il suo primo libro, del 1966, si intitola Le tracce, una ricerca in cui l’uso della fotografia segnala impronte e presenze fisiche. A partire dal 1969 lavora alle Esposizioni in tempo reale (nel corso degli anni ne ha realizzate 36), la prima è intitolata Esposizioni in tempo reale.

Biennale di Venezia

Nel 1972 alla Biennale di Venezia realizza un’Esposizione in tempo reale intitolata Lascia su queste pareti una traccia fotografica del tuo passaggio: qui i visitatori sono invitati a riprendersi con una Photomatic e a lasciare l’immagine realizzata sulle pareti della sala.

Partecipa inoltre alle *Biennali del 1980 e del 1993; Tra il 1988 e il 1989 lavora sul linguaggio del codice a barre, mentre nel 1996 allestisce una mostra sul tema dell’atelier d’artista, coinvolgendo numerosi autori da tutto il mondo, e ricreando un atelier reale, assegnato allo scultore Alik Cavaliere e mettendo sul web il progetto.

prima mostra antologica a Vienna

Nel 1984 si organizza la sua prima mostra antologica a Vienna. A partire dalla fine degli anni Sessanta realizza film e video e nel 2003 Franco Vaccari partecipa con alcuni dei suoi lavori al Festival del Cinema di Locarno. Importanti sono anche i suoi testi teorici: Duchamp e l’occultamento del lavoro (1978) e Fotografia e inconscio tecnologico (1979).

Nascita: Modena ;1936

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!