Dizionario Arte

Tubetto Contenitore deformabile per colori

Contenitore deformabile per colori.  Inventato nel 1841 da John G. Rand (1801-1873), un pittore americano che lavorava a Londra, e  commercializzato poco dopo

 

Tubetto.  Contenitore deformabile per colori.  Inventato nel 1841 da John G. Rand (1801-1873), un pittore americano che lavorava a Londra, e fu commercializzato poco dopo. Prima che lo inventassero gli artisti mischiavano i colori e li trasportavano in ingombranti contenitori o in cilindri metallici che  svuotavano tramite un pistone e li potevano  riempire nei colorifici.

Con l’introduzione del tubetto, la preparazione dei colori passò dallo studio alla fabbrica e il lavoro del pittore perse parte del suo carattere artigianale. Inoltre, fu necessario conferire ai colori a olio una consistenza meno fluida per permetterne il riempimento del tubetto e aggiungere altri ingredienti per assicurare la sospensione dei *pigmenti nell’olio.

Conseguentemente questi colori non scorrevano sul pennello come quelli degli antichi maestri e per usarli era necessaria una pennellata più corta e densa o in alternativa il ricorso a un diluente. Il tubetto in sostanza rappresentò una piccola rivoluzione nella tecnica pittorica. Inoltre la disponibilità di colori in tubetto pronti all’uso rese molto più facile dipingere a olio all’aperto (vedi plein air) e incoraggiò gli artisti a sperimentare una gamma di colori più ricca di quella a cui erano abituati.

Londra

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!