orientalismo

orientalismo

Orientalismo.Termine che nel significato più ampio può riferirsi a qualsiasi aspetto della cultura orientale venga adottato, imitato o descritto in Occidente, ma che nella storia dell’arte di solito si riferisce in maniera più specifica al gusto per l’immaginario mediorientale e nordafricano che interessò la pittura e le altri arti nel XIX secolo, soprattutto in Francia.

Questa moda arrivò con la campagna d’Egitto napoleonica del 1798,facilitata dai mezzi di trasporto che si erano molto evoluti nel corso dell’Ottocento, permettendo a molti artisti europei di visitare regioni che in precedenza sarebbero state inaccessibili.

Medio Oriente

Pur non essendosi mai recato in Medio Oriente, Antoine-Jean Gros fu uno dei primi artisti a dipingere in uno stile che si può definire orientalista, raffigurando l’esercito durante le campagne d’Egitto e di Siria (Gli appestati di Giaffa, 1804, Louvre, Parigi). Alexandre-Gabriel Decamps fu tra i pionieri dei viaggi in terre esotiche (nel 1828-29), e dello specializzarsi in questi soggetti.

Tra gli artisti che seguirono questo filone ci furono Delacroix, Fromentin, Gleyre e GérÂme. Tra gli scultori, il più celebre orientalista fu Charles Cordier (1827-1905), noto soprattutto per i busti di nordafricani, che realizzava utilizzando pietre *policrome e semi-preziose per evocare l’opulenza dell’Oriente.

Fuori dalla Francia,

Fuori dalla Francia, tra gli artisti che fecero carriera sull’onda di questa moda ci furono J.F. Lewis e David Roberts.I dipinti ispirati all’orientalismo furono di vario tipo, e potevano rappresentare scene bibliche ricreate negli scenari autentici (Holman Hunt ne era un noto esponente)

Immagini erotiche negli harem o nei mercati di schiave (anche se non lasciò mai l’Europa, Ingres dipinse alcuni celebri quadri di odalische) o scene cruente di torture ed esecuzioni, come La punizione degli uncini di Decamps (1837, Fallace Collection, Londra).

Verso la fine del XIX secolo il genere si era più o meno esaurito, ma vari artisti del XX secolo continuarono a impiegare soggetti esotici, in particolare Matisse.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai