cinetica, arte

cinetica, arte

Arte cinetica

Termine usato per descrivere l’arte che si muove o che sembra farlo (dal greco kinesis ‘movimento’). Nel suo senso più ampio la definizione può comprendere un gran numero di fenomeni, tra cui immagini cinematografiche, happening e figure meccaniche animate che si trovano sui campanili di molte città d’Europa. Tuttavia è solitamente usato per descrivere sculture come i mobiles di Calder che sono mossi sia dall’aria che da mezzi elettronici o magnetici. Oltre alle opere che implicano un movimento reale, c’è un altro tipo di arte cinetica che produce un’illusione di movimento quando lo spettatore compie un movimento rispetto a essa (dipinti della Op art sono a volte compresi nel ramo dell’arte cinetica poiché sembrano vibrare). L’idea di scultura in movimento fu proposta dai *futuristi già nel 1909, e il termine cinetico è stato in precedenza usato in merito all’arte visiva di Gabo e Pevsner nel loro Manifesto Realista nel 1920. Proprio quell’anno Gabo produsse una costruzione oscillante guidata da cavi elettrici e contemporaneamente Marcel Duchamp stava conducendo esperimenti con i dischi rotanti che avevano movimento. Nei tre decenni successivi molte altre opere sperimentarono questo genere, per esempio Luce-Spazio-Modulatore di Moholy-Nagy (1922-30, Busch-Reisinger Museum, Harvard Univeristy), che faceva parte di una serie di costruzioni realizzate usando metalli a specchio, plastiche trasparenti e talvolta apparecchi meccanici per produrre movimento reale. Per molti anni Calder fu il solo a venire associato all’idea di scultura in movimento e il termine arte cinetica venne accettato nel vocabolario critico non prima degli anni Cinquanta del Novecento; la mostra ‘Le Mouvement’ alla galleria Denise René di Parigi nel 1955 fu l’evento chiave per l’identificazione di un vero e proprio genere: tra gli artisti lì rappresentati compaiono Agam, Burri, Calder, Duchamp, Tinguely e Vasarely. Vedi anche Canova.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai