criselefantino

Termine che descrive statue lavorate in oro (dal greco khrysos) e avorio (dal greco elephantinos): il primo era usato per i drappeggi e il secondo per la carne. La tecnica fu usata seppur poco nell’antico Egitto, in Mesopotamia, a Creta e in alcune colossali statue greche dal VI secolo a.C.; la struttura era solitamente costituita da una forma lignea che veniva poi rivestita con i due materiali preziosi. A causa dei costi, la tecnica fu usata esclusivamente per le più importanti immagini religiose, le più famose tra le quali sono quelle di Atena e di Zeus che Fidia creò rispettivamente per il Partenone di Atene e per il tempio di Zeus a Olimpia.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Meet the author /