Geertgen tot Sint Jans

Pittore neerlandese, attivo ad Haarlem, dove fu il principale artista dell’epoca. Non si conosce quasi a della sua carriera, ma Van Mander dice che fu allievo di Van Ouwater e che morì a circa ventotto anni. Il suo nome significa ‘piccolo Gerardo dei Fratelli di San Giovanni’ e gli deriva dall’essere stato un fratello laico di quell’ordine ad Haarlem. Per la chiesa monasteriale dei Fratelli dipinse il suo unico lavoro documentato, un trittico della Crocifissione, di cui due grandi tavole sono conservate al Kunsthistorisches Museum, Vienna: il Compianto di Cristo e Cremazione delle ossa del Battista. Alcune caratteristiche di questi dipinti, in modo particolare le figure snelle, simili a bambole, e le teste levigate, quasi in forma di uova, sono fortemente personali. Su queste basi stilistiche è stato attribuito a Geertgen anche un gruppo di circa quindici dipinti; diversamente dalle tavole di Vienna la maggior parte delle opere a lui attribuite sono di piccole dimensioni, ma comprendono tavole di straordinaria bellezza come la Natività (National Gallery, Londra), una raggiante scena notturna, e San Giovanni Battista (Gemäldegalerie, Berlino), che mostra uno squisito sentimento della natura. La vena di tenera melanconia che pervade l’opera di Geertgen, lo charme innocente delle figure e la sensibilità per la luce sono forse le più salienti qualità che fanno di lui uno dei più attraenti artisti della prima scuola neerlandese.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Meet the author /