Dossi, Dosso

(?Ferrara 1490-Ferrara 1541/42). Uno dei grandi pittori della scuola ferrarese del XVI secolo. Gli inizi e il suo apprendistato sono sconosciuti, ma l’asserzione di Vasari circa la sua nascita nel 1474 è oggi considerata inattendibile. La prima documentazione risale al 1512 a Mantova (il nome Dosso probabilmente veniva da un luogo vicino a Mantova -ma egli non fu chiamato Dosso Dossi prima del XVIII secolo). Dal 1514 era a Ferrara, dove passò la maggior parte della sua restante carriera, collaborando con il poeta Ariosto nell’escogitare divertimenti, trionfi, arazzi ecc. per la corte degli Estensi. Dosso dipinse diversi tipi di quadri -opere mitologiche e religiose, ritratti e affreschi decorativi -ma forse è considerato più rilevante il lato paesaggistico delle sue opere, in cui continuò la vena romantica e campestre di Giorgione e di Tiziano (la sua presenza è documentata a Venezia nel 1516 e 1518, ma forse aveva fatto una o più visite anche prima). L’opera di Dosso ha comunque una qualità fantasiosa e un opulento senso del colore e della composizione che le danno un ben precisa individualità (Melissa, 1523 ca, Galleria Borghese, Roma). Il fratello Battista Dossi (1497-1548) spesso collaborò con lui (sebbene Vasari ritenesse che i due non andassero d’accordo), ma non ci sono documenti sufficienti per sapere se abbia dato un suo personale contributo.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Meet the author /