SOFTHOUSE CONTAMINA IL DESIGN CON L’OP-ART DEGLI ANNI 60/70

SOFTHOUSE CONTAMINA IL DESIGN CON L’OP-ART DEGLI ANNI 60/70

La nuova collezione Optic di  Softhouse al Salone del Mobile 2017.

Softhouse presenterà al Salone del Mobile un originale e sofisticato paradigma di contaminazione fra Arte e Design; la collezione Optic, una produzione di altissima qualità all’insegna dell’innovazione stilistica e tecnologica.

Optic Collection trae ispirazione dall’arte contemporanea e dai movimenti artistici come la op-art e l’arte cinetica degli anni 60/70 in particolare alla concettualità e al lavoro di Frank Stella pittore e scultore statunitense ispiratore della minimal art.

Sospesa fra minimalismo e materialismo la collezione ideata da Studio 63 ha caratteristiche di unicità eclettiche e trasversali, in un equilibrio perfetto tra le avanguardie storiche ed il contemporaneo. Domina la varietà cromatica che spinge al nero, ma anche le laccature a contrasto con delicati colori pastello che rendono le composizioni molto fresche e contemporanee. Splendido il rosa satin del buffet!

La geometria della riga alternata tra parallela e diagonale sono il focus della decorazione che spinge verso una percezione di movimento reale, come la tendenza dell’arte cinetica alla quale si ispira che introduce il movimento tanto reale quanto virtuale ottenuto dallo spostamento del punto di vista dell’osservatore.

Le strutture sono sospese su leggere e lineari strutture in metallo inox che enfatizzano e danno pieno risalto al decoro accentuandolo, come vere e proprie opere d’arte contemporanea. Il risultato è singolare con effetti vivaci e decisi dovuti ad una speciale lavorazione di smaltatura su specchio e di intarsio di metallo su essenze di legno.

Nella composizione d’insieme si vuole provocare principalmente l’illusione ottica del movimento, attraverso l’accostamento opportuno di geometrie astratte e lo sfruttamento del colore e della luce. Questa particolare originalità artigianale di Softhouse esce da un vero e proprio design service dove un qualificato team aziendale realizza prodotti ad hoc per rispondere alle varie all’esigenze dei mercati internazionali.

Softhouse è una giovane realtà imprenditoriale toscana fondata nel 1995 e tutta al femminile, condotta dalle sorelle Laura e Mariella Torri. Attenta ricerca del particolare, elaborazione esigente di forme e di volumi e disinvolta interpretazione del passato con materiali moderni  ed accessori estremamente sofisticati sono le caratteristiche essenziali del brand.

Con Optic Collection l’arte e il design si esprimono in completa  sincronia. La collezione è essenzialmente grafica e basata su una rigorosa definizione di linee collocate in griglie modulari diverse che inducono quasi ad uno stato di instabilità percettiva stimolando il coinvolgimento dell’osservatore. Come la op-art che è il punto di partenza concettuale della collezione si da risalto a autentici valori visivi che si modulano in forme di puro design.

Leggi anche:

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

redazione
Meet the author / redazione