Design

Progetto urbano – Recupero dell’area di San Lorenzo a Roma

Progetto urbano – Recupero dell’area di San Lorenzo a Roma. L’iter amministrativo si scontra con il progetto dei proprietari

Cresce la manifestazione di interesse per il recupero di spazi abbandonati. Oggi ci soffermiamo sul programma di rigenerazione urbana del area di San Lorenzo nella città di Roma. La stessa area dove il 19 ottobre 2018 morì la sedicenne Desirée Mariottini.

Il quartiere è oggi oggetto di un’incisiva azione di rigenerazione nata dalla necessità di pubblico interesse di restituire alla città lo spazio abbandonato trasformandolo in luogo di aggregazione e di crescita sociale e culturale. Attraverso l’ascolto delle migliori capacità imprenditoriali impegnate al recupero del sito, il programma proposto punta alla riqualificazione di un’area di circa 10 mila metri quadri. L’area interessata comprende via dei Lucani, viale dello scalo San Lorenzo, via degli Anamari, via di Porta Labicana e via dei Messapi; e la proprietà è suddivisa tra diversi proprietari privati e solo una parte minoritaria (il 20%) di proprietà Comunale.

Tuttavia gli ultimi giorni vedono scontri tra il progetto proposto dall’amministrazione comunale e un nuovo progetto dei proprietari delle aree.

Quartiere di San Lorenzo, Roma

Progetto Urbano – Riqualificazione di San Lorenzo secondo l’iter amministrativo

Il progetto avviato oltre un anno fa dall’amministrazione Virginia Raggi ha avuto inizio da uno studio di fattibilità seguito dalla presentazione di proposte preliminari e manifestazione di interesse da parte di gruppi multidisciplinari, tra cui progettisti, investitori e stakeholders.

“Un percorso sperimentale complesso che punta a restituire al quartiere e alla città uno spazio in gran parte abbandonato attraverso la riaffermazione dell’interesse pubblico nella trasformazione urbana. La Commissione verificherà la completezza della documentazione presentata delle proposte arrivate per analizzarne l’effettiva rispondenza agli indirizzi indicati e la fattibilità tecnico economica.” dichiara l’assessore Luca Montuori.

La natura sperimentale ed innovativa del progetto ha come obiettivo comune quello di vedere realizzato presto un intervento di interesse pubblico fondamentale per il quartiere.

Progetto Urbano - San Lorenzo

Progetto Urbano San Lorenzo – Il progetto dei proprietari delle aree

Il 22 dicembre scorso, a due mesi di distanza dall’annuncio dell’assessore Luca Montuori, i proprietari delle aree propongono un percorso alternativo. Il Comitato di quartiere San Lorenzo spiega la sua idea di rinascita di via dei Lucani basata sulla necessità aprire un percorso sostenibile in ambito economico, che sia rapido nell’esecuzione e risponda alle esigenze dell’area e dei suoi residenti, e spiega le sue motivazioni:

“Quello presentato é un progetto che ha richiesto tempi di realizzazione più lunghi di quelli concessi dal bando Comunale. Ma in prospettiva futura non avrà un iter complicato di realizzazione, in quanto utilizza gli strumenti urbanistici in vigore, non ha costi per la pubblica amministrazione e rispetta i criteri del piano regolatore”.

Le istituzioni sono però divise in due. Da un lato Luca Montuori difende il percorso intrapreso dall’amministrazione:

Lo abbiamo fatto volendo verificare la possibilità di avviare un progetto che tenesse insieme le esigenze del territorio, il riequilibrio delle previsioni di un piano regolatore e gli interessi dei privati proprietari delle aree che da anni versano nell’abbandono totale tanto da essere divenute scenario di crimini orrendi, degrado e rischio per la salute”.

Ma la presidente del Municipio II Francesca Del Bello si dimostra aperta al confronto con la nuova proposta e le ipotesi di progetto:

“Vale la pena avviare un dialogo con i proprietari delle aree per verificare la fattibilità dell’intervento. Da troppi anni attendiamo la riqualificazione. Fin dall’inizio ho espresso i miei dubbi in merito alla procedura dell’esproprio, che è tortuosa e suscettibile di ricorsi” e continua “Dobbiamo confrontarci e verificare se è possibile conciliare questa proposta con il percorso di partecipazione che c’è stato fino ad oggi così da rendere la trasformazione praticabile.”

Progetto Urbano San Lorenzo – Previsioni:

Il progetto prevede palazzine residenziali che sono invece escluse nel progetto dell’amministrazione, oltre a un’area commerciale e artigianale, un parcheggio coperto ed un parco.

Rimanete con MAM-e.it per scoprire i prossimi aggiornamenti.

Leggi anche:

Riqualificazione urbana: Cascina9 e NoLo Social District

Design for Territories: come rinnovare la produzione locale

Scali Ferroviari: valorizzazione e rigenerazione di aree dismesse

Rigenerazione Urbana San Lorenzo

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *