Mame Design: Otto Wagner 100 anni dalla scomparsa
Architettura,  Design,  Mostra

Otto Wagner: 100 anni dalla scomparsa

DAL 12 AL 28 APRILE 2018 A MILANO ARRIVA OTTO WAGNER E GLI ARCHITETTI DELLA SECESSIONE VIENNESE

La Galleria Gruppo Credito Valtellinese e Legno Curvato insieme al Museo Gebrüder Thonet di Vienna presentano Otto Wagner (1841-1918).

Saranno esposte per l’occasione 25 poltrone e oggetti d’epoca in legno di faggio sapientemente curvato con la tecnica del vapore, provenienti dalle migliori collezioni europee.

Si celebrerà in questo evento Otto Wagner a 100 anni dalla sua scomparsa e gli architetti della Secessione Viennese, Movimento sviluppatosi alla fine del XIX secolo.

La mostra è curata da Giovanni Renzi e Manuela Lombardi Borgia insieme a Leo Guerra e Cristina Quadrio Curzio. Sottolinea Renzi «Teniamo molto a questo evento a cui stiamo lavorando da sei mesi. Siamo felicissimi di vederlo finalmente realizzato nel contesto internazionale più importante per il design, il Salone del Mobile di Milano».

Arte, design, antiquariato e stile Thonet; la nascita e la tradizione del mobile moderno progettato in pochi anni, dal 1898 al 1910. Protagonisti di questa mutazione Gustav Siegel, Josef Hoffmann, Joseph Maria Olbrich, Koloman Moser e Marcel Kammerer.

Opere prodotte da due aziende leader la Gebrüder Thonet e la Jacob & Josef Kohn di Vienna.

Il centro focale della mostra sarà la poltrona di Otto Wagner progettata nel 1905  per Postsparkasse, divenuta icona intramontabile di stile e bellezza.

L’obiettivo sarà la sua “reinterpretazione” in chiave moderna con il contest Otto Wagner Today organizzato con gli studenti di Istituti Professionali di Design. Istituto I.P.S.I.A. Renzo Frau di Sarnano, Istituto I.I.S. G. Meroni di Lissone, Istituto I.S.I.S. Arturo Malignani di Udine.

Il giorno dell’inaugurazione, l’11 aprile ore 18.30 ci sarà un ospite d’eccezione l’Architetto Paolo Portoghesi e sua moglie Giovanna Massobrio autori di “Casa Thonet“. Il 12 aprile lo stesso Portoghesi sarà il relatore nel progetto formativo “Interni ed esterni nella Vienna moderna della Secessione“, insieme all’A.I.A.P.P. l’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio.

Ma come nasce lo stile Thonet?

Le sperimentazione dell’ebanista Michael Thonet (1796-1871) hanno portato a modellare i listelli lignei con la colla bollente prima di arrivare alla meccanica del vapore. Fu con questa invenzione che Vienna, gli ambienti privati ma soprattutto quelli pubblici beneficiarono di piccoli capolavori orpellati.

Uno stile dal gusto Liberty accompagnato dalla sapienza tecnica; perché con l’uso del vapore il nobile legno poteva essere “plasmato” a piacimento e fissarsi in modellato al punto di essiccatura. Quest’ultima avveniva spontaneamente nel periodo iniziale, con l’industrializzazione nacquero anche i forni per l’essiccazione, siamo all’incirca a metà ‘800.

Sosteneva Wagner: «quando arte e funzionalità trovano la perfetta sintesi, si può dire di avere raggiunto l’obiettivo». E l’obiettivo è stato proprio raggiuto! Perché grazie a lui si è sovvertita l’idea di funzionalità al servizio dell’uomo. La sua poltroncina non svolgeva solo la solita funzione, ma avviava ad un nuovo modo di essere e di percepire gli oggetti.

Galleria Gruppo Credito Valtellinese, Milano: come arrivare

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!