,

NOTRE DAME CON HEART BEAT DI ZEYU CAI + SIBEI LI

NOTRE DAME CON HEART BEAT DI ZEYU CAI + SIBEI LI

Nel concorso per la ricostruzione di Notre Dame di Parigi, trionfano i cinesi Zeyu Cai e Sibei Li con Heart Beat.

I designers Zeyu Cai e Sibei Li con il progetto Heart Beat, sono stati annunciati come vincitori del concorso “People’s Notre Dame design competition”, indetto per giovare delle migliori soluzioni innovative per ricostruire Notre Dame dopo le fiamme.

Infatti, in seguito al triste incendio che ha visto divorare la lignea guglia medievale della cattedrale di Notre Dame di Parigi, il primo ministro francese ha indetto il concorso “People’s Notre Dame design competition”, rivolto a designers da tutto il mondo.

Come si può immaginare, le proposte sono arrivate numerose, precisamente 226 da ben 56 paesi diversi.

Le proposte dai designers del mondo per Notre Dame.

Tra i tanti progetti pervenuti, vale la pena ricordare quella degli italiani Massimiliano e Doriana Fuksas con lo Studio Fuksas, che hanno proposto un tetto e una guglia interamente composto di cristallo Baccarat, a simbolo della preziosa fragilità.

Oppure la proposta del francese Mathieu Lehanneur, che avrebbe sostituito la guglia edificata 150 anni fa, con una provocativa riproposizione dorata delle fiamme da cui è stata divorata, trasformando così la catastrofe in bellezza.

La vittoria dei designers cinesi con Paris heart beat.

Tuttavia ad aggiudicarsi la vittoria del concorso sono stati i cinesi Zeyu Cai + Sibei Li, con un progetto intitolato Paris heart beat.

Le caratteristiche salienti di Paris heart beat sono tetto e guglia specchiati, latori di un segnale di luce per il futuro della città.

Così, la Cattedrale parigina si affaccia ad una nuova era storica ed estetica, sintetizzate in un tetto argentato, immaginato come una sorta di “capsula del tempo” e “caleidoscopio della città”.

Caleidoscopio guglia Notre Dame progetto Heart Beat.

Invece, la nuova guglia, anch’essa completamente rifrangente, prevede un’installazione a levitazione magnetica che sembrerà galleggiare.

Fluttuando, questo inserimento, simbolo di memoria e speranza, oscillerà su e giù, evocando il cuore pulsante della città appunto.

Il progetto Heart Beat per Notre Dame di Parigi.

L’utilizzo del materiale riflettente entra in contrasto con la pietra gotica di cui la chiesa è composta, ma al contempo le conferisce un aspetto contemporaneo.

Inoltre, a coronamento di un progetto già molto prestigioso, sarà incluso un intricato caleidoscopio, ottenuto dalla forma della guglia e dal vetro che colora la luce.

Il risultato finale, omaggio allo storico rosone, è sbalorditivo.

Così, i cinesi Zeyu Cai e Sibei Li innescano un piacevole dialogo tra monumento storico, radicato nei secoli, ed un affaccio al futuro dall’estetica avanguardistica.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Silvana Petrelli
Articoli dell'Autore / Silvana Petrelli

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>