,

NENDO GUADAGNA UNA PERSONALE AL FUORISALONE

NENDO GUADAGNA UNA PERSONALE AL FUORISALONE

Anche l’anno precedente Nendo ha stregato la folla

Al FuoriSalone 2016 il designer giapponese aveva già guadagnato una location di tutto rispetto (il Chiostro di San Simpliciano). E nel suo gioco di minimalismi formali ci aveva presentato la sua idea di 50 sedie, utili a sedersi quanto i Jellyfish Vases ai fiori, ma di un’incredibile capacità espressiva. Perché Nendo è questo: design per l’arte o arte per il design. Molto d’impatto, ma del tutto estraneo al design utile. Cosa sia più giusto, non è facile da dire. La diatriba tra l’estetica e la funzionalità è all’ordine del giorno tanto nel design quanto nell’architettura. E da molti molti anni. Rimane sicuro che, anche si volesse accennare una critica, design come quelli di Nendo lasciano tutti noi a bocca aperta. Piacciono tanto anche a chi di design non sa nulla. E quindi, ben venga la sua forza di conversione di massa.
Mame Design: Nendo guadagna una personale al FuoriSalone. 50 manga chairs, FuoriSalone 2017
50 manga chairs, FuoriSalone 2017

Ma veniamo a questo FuoriSalone 2018

Tra gli eventi più attesi dei questo aprile c’è sicuramente la mega mostra personale dedicata a Nendo. Nendo: forms of movement si preannuncia “straordinaria, spettacolare, sensoriale”. Location cara a Oki Sato: Superstudio, in via Tortona 27. Saranno 800 mq di labirinto, 10 concept sull’idea di movimento, che nasce (dice questa volta il designer giapponese) dalla funzione, dal materiale e dal metodo di produzione.

Mame Design: Nendo guadagna una personale al FuoriSalone. Chocolatexture, 2015
Chocolatexture, 2015

Il design giapponese quando diventa troppo minimal e semplice diventa freddo, io voglio invece che il mio design sia friendly…Un pizzico di ironia è come aggiungere un po’ di spezie al cibo: dà quel sapore in più, aggiunge una nota magica.Nendo

Oltre al nostro eroe del bello, a Superstudio quest’anno ci sarà un focus dedicato al design giapponese. Kawai, in collaborazione con l’artista della luce Takahiro Matsuo, metterà in scena Crystal Rain: un pianoforte a coda trasparente galleggerà su uno specchio d’acqua. Ad ogni not,a una cascata di luce. Ma, nonostante tutto, Oki Sato rimarrà la vera rockstar del FuoriSalone 2018.

Direi che anche quest’anno ci sarà un buon motivo per perdersi nel super-mondo di Superstudio.

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Giulia Menestrina
Articoli dell'Autore / Giulia Menestrina