MILANO DESIGN WEEK

MILANO DESIGN WEEK

 

Neanche il tempo di concludere con MiArt che subito si riparte. A Milano, capitale dell’arte contemporanea e del design, si sta per alzare il sipario sulla 55esima edizione del Salone del Mobile. Dal 12 al 17 aprile i riflettori saranno, infatti, puntati su una delle manifestazioni più importanti a livello internazionale, al centro il design, le filosofie dell’abitare e l’arredo. Solo a Rho Fiera sono annunciati più di trecentomila operatori provenienti da centosessanta paesi, mentre in città, oltre mille gli eventi previsti nelle zone principali di Brera, Ventura/Lambrate e Tortona, e in altre zone strategiche di Milano.

Dall’Università Statale al Museo Diocesano, dal Palazzo dei Giureconsulti all’Ex Chiesa di San Carpoforo, Milano si trasforma in un ricettacolo di creatività, compreso Piazzale Cadorna dove partirà la prima Design Pride. La sfilata che proseguirà per cinque vie fino a Piazza Affari dove si terrà un party celebrativo organizzato da Disaronno per il lancio della jar da collezione realizzata in collaborazione con Studio Job. Numerosi i designer che sfileranno nel carnevale del Design organizzato da Seletti, in collaborazione con Gufram, Pepsi con un progetto pensato ad hoc da Fabio Novembre, Tempo, Radio Deejay e Toilettepaper. Carri, musica e danze per coinvolgere tutti gli abitanti (e non) della città.

Durante la design week, inoltre, verranno aperti cancelli solitamente chiusi per la maggior parte dell’anno. Addobbati a festa per l’occasione da aziende capaci di valorizzare gli spazi e le peculiarità di palazzi storici. All’Albergo Diurno in Porta Venezia sarà il progetto Vestae a mescolarsi con le architetture di Portaluppi, portato avanti dagli studenti della Creative Academy insieme a Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, con il supporto della Maison Van Cleef & Arpels è una collezione dedicata al benessere incentrata sui materiali quali a spugna naturale, il sapone e il tessuto d’ape. Al Padiglione Reale della Stazione Centrale ospite Veuve Clicquot, la Maison de Champagne festeggia il duecentesimo anniversario di un oggetto che ha rivoluzionato il metodo Champenois: la table de remuage. Solo nella giornata del 14 i visitatori saranno coinvolti in un paesaggio immaginario fra performance e suoni, fra cantine, cieli stellati e mare. I manga sono al centro processo creativo delle cinquanta sedie di Nendo, il designer giapponese allinea le sedute lungo una griglia per rievocare il senso di narrazione come un fumetto, esposte al Chiostro Minore di San Simpliciano si differenziano l’una dall’altra per un semplice elemento come a voler interpretare un personaggio e il carattere di questo. Passato e presente si mescolano nel Palazzo Serbelloni, nel piano dove Napoleone Bonaparte soggiornò durante la sua permanenza a Milano. All’epoca vennero creati preziosi lampadari in cristallo di Boemia, oggi ristrutturati da Lasvit che inoltre ci presenta Via Lucis, un viaggio alla scoperta di progetti unici e contemporanei.

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

redazione
Meet the author / redazione