M+ a Hong Kong
Architettura,  Design

M+ a Hong Kong: il museo pronto ad aprire

M+ a Hong Kong: il museo dedicato alla cultura visiva del XX e del XXI secolo sarà inaugurato a novembre

M+ a Hong Kong, il museo dedicato alla cultura visiva del XX e del XXI secolo, sarà inaugurato il 12 novembre 2021. Il celebre studio di architetti Herzog & de Meuron ha progettato l’edificio. Giorno 11 novembre ci sarà una cerimonia di apertura ufficiale. M+ a Hong Kong ospiterà circa 1.500 opere. Doryun Chong, direttore e curatore del museo, ha affermato:

“M+ è stato fondato a Hong Kong con l’ambiziosa missione di creare un nuovo tipo di istituzione culturale multidisciplinare dedicato alla cultura visiva. Nessun altro museo ha creato un team, coltivato competenze e investito risorse e infrastrutture simili per realizzare una visione così trasformativa su questa scala. Rispetto ai principali musei d’arte moderna in Occidente, M+ avrà un aspetto molto diverso, perché il nostro punto di vista da questa parte del mondo è diverso.”

Il progetto dello Studio Herzog & de Meuron

L’edificio, nato dalla collaborazione tra lo Studio Herzog & de Meuron, la società Arup e lo studio TFP Farrells, nasce sul lungomare di Victoria Harbour. Su una superficie di 65.000 metri suddivisi in 33 gallerie, l’M+ a Hong Kong presenta una torre rivestita di piastrelle in terracotta, in modo che la luce riflettendo cambi pelle all’edificio, e dotata di un sistema di LED. Inoltre include il Found Space, cioè un ambiente che accoglierà le installazioni di grandi dimensioni, e il Roof Garden che regala una suggestiva vista sullo skyline della città.

M+ a Hong Kong

La struttura prevede volumi orizzontali e verticali, vogliono ricordare il paesaggio architettonico di Hong Kong. Sotto il sito in cui è stato eretto il museo c’è la Tung Chung Line. Gli scavi effettuati attorno ai tunnel ferroviari hanno reso possibile la creazione di uno spazio che ospiterà installazioni dinamiche e rotanti. All’interno dell’M+ a Hong Kong troveremo tre cinema, una mediateca, negozi, bar, ristoranti, un learning hub, un centro di ricerca e alcuni uffici.

Le mostre in programma all’M+ di Hong Kong

Il museo vuole celebrare l’arte del XX e del XXI secolo, non solo pittura, scultura, architettura e design, ma anche video arte e fotografia. Vuole inoltre celebrare gli artisti asiatici. L’M+ a Hong Kong, in occasione dell’apertura, ospiterà sei mostre tematiche provenienti dalla raccolta del museo. Riguarderanno diversi argomenti: focus sui mutamenti artistici e urbanistici, panoramiche sull’arte e il design e altro ancora. In programma “The Dream of the Museum”, una mostra sull’arte concettuale. Presente anche “Asian Field”, l’installazione di Antony Gormley, che riproduce un esercito di figurine d’argilla.

Inoltre l’M+ di Hong Kong ospiterà la collezione Sigg. Uil Sigg, importante collezionista, ha donato al museo 1463 pezzi della sua collezione.

Leggi anche: 

Hong Kong Basel Art Fair propone una soluzione: un ghost booth

National Holocaust Names Memorial: aprirà il 19 settembre

Libeskind firma il Ngaren: Museum of Humankind in Kenya

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *