Solara arte pubblica
Design

Il progetto di Zoer – Una discarica di automobili diventa arte

Solara – Una discarica di automobili diventa un’installazione site-specific di arte pubblica. Il progetto dell’artista francese Zoer

L’artista francese Zoer con l’opera “Solara” trasforma una discarica di automobili in arte pubblica. La discarica diventa una cartella di colori.

Si tratta di acrilico steso su 144 relitti automobilistici, ognuno dipinto con tinte diverse ed un codice colore stampato sul cofano.

Per mantenere la memoria di questi rottami, l’artista ha creato una cartella colori in cui il numero RGB viene combinato con il modello dell’automobile: la Kadett Blue 0f405c, o la Mercedes Yellow e6c359. Ogni colore porta con sé la storia dell’oggetto, il suo uso e la sua personalità”, si legge nella presentazione.

L’artista conferisce quindi alle automobili una nuova identità, recuperando i relitti di automobili destinati allo smaltimento e trasformandoli in opere d’arte. Inoltre l’artista si interroga sulla relazione colore-oggetto-luce in un ambiente sottoposto ai rischi naturali ed alla soggettività del colore.

Ecco il video completo:

Il colore diventa lo strumento per informare e sensibilizzare in merito ad una problematica sociale che può essere risolta solo su scala globale. Inoltre, l’artista francese ha lanciato anche una campagna di crowdfunding, conferma del suo impegno sociale, mirata a decontaminare il terreno che contiene pericolose contaminazioni di cadmio e nichel.

Per saperne di più su Zoer e le sue opere clicca qui.

Ti può interessare anche:

Cartier Ogni: La prima istallazione olfattiva

Riqualificazione urbana: Cascina9 e NoLo Social district

Scali ferroviari: valorizzazione e rigenerazione di aree dismesse

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *