Creative Living Lab – Costruire spazi di prossimità

Creative Living Lab –  Costruire spazi di prossimità

Creative Living Lab – costruire spazi di prossimità: via alla terza edizione

La Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC) del MiBACT dà il via alla terza edizione del progetto Creative Living Lab per finanziare progetti di rigenerazione urbana attraverso attività culturali e creative. Quest’anno la DGCC stanzia oltre 1 milione per sostenere progetti di natura multidisciplinare e creare un processo di empowerment e di riappropriazione degli spazi nelle comunità coinvolte. A questo proposito, Anna Laura Orrico, Sottosegretario di Stato del MiBACT, ha dichiarato:

Il grande successo delle prime due edizioni di Creative Living Lab, che hanno visto la partecipazione di oltre 500 realtà territoriali, dimostra la validità di un’iniziativa in cui il MiBACT crede molto. Infatti ha aumentato ancora il budget, portandolo a oltre 1 milione di euro”

L’iniziativa risponde alla necessità di trattare un tema urgente: la carenza di servizi, infrastrutture e spazi di qualità nelle realtà urbane del paese. Creative Living Lab diventa quindi un’occasione per costruire ed affermare relazioni di confronto ed integrazione.

"<yoastmark

Creative Living Lab, terza edizione- Obiettivi:

L’iniziativa sostiene progetti di immediata realizzazione, innovativi e di qualità, con l’obiettivo di creare e riqualificare spazi di prossimità.

Vogliamo dare un’opportunità a tutte quelle associazioni che agiscono attivamente sul territorio. Il fine è quello di recuperare e restituire alle comunità spazi abbandonati, aree industriali dismesse e beni comuni in disuso. Ripensarli con creatività e ingegno, trasformandoli in opportunità di sviluppo sostenibile, di rilancio sociale e culturale”. – Anna Laura Orrico.

Quindi interazione, coesistenza, quotidianità, resilienza alle pandemie e sostenibilità sono e devono essere le linee guida del progetto.

Inoltre, tra gli obiettivi trainanti evidenziamo: la realizzazione di spazi attrezzati per nuove destinazioni, il coinvolgimento di comunità locali nel processo di rigenerazione urbana e l’utilizzo di nuove metodologie inclusive per aggregazione delle comunità residenti.

Creative Living Lab
Rigenerazione urbana

Creative Living Lab – A chi è rivolto?

Creative Living Lab è indirizzato a tutte le realtà urbane che vivono situazioni di fragilità e marginalità sociale, culturale, economica ed ambientale. E comprende tutti i territori caratterizzati da problemi di accessibilità ai servizi ed alle infrastrutture.

La proposte presentate devono basarsi su nuove forme di utilizzo degli spazi selezionati. Inoltre, possono partecipare soggetti sia privati che pubblici radicati in territori periferici. Tra questi identifichiamo: no profit, associazioni culturali, università, fondazioni, insieme e a molte altre realtà la cui attività sia basata su cultura e creatività. Le realtà selezionate riceveranno un importante apporto da esperti del settore, da psicologi e sociologi a film-maker e designer.

Terza edizione – Tempistiche:

Il progetto scade a marzo e le proposte devono essere trasmette tramite PEC entro e non oltre le ore 12.00 del 10 marzo 2021. 

Per ulteriori informazioni: creativelivinglab@beniculturali.it

Puoi leggere anche:

Design for territories: come rinnovare la produzione locale?

Scali ferroviari: valorizzazione e rigenerazione di aree dismesse

Riqualificazione urbana: Cascina9 e NoLo social district 

Progetto urbano: recupero dell’area di San Lorenzo a Roma

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Cristina Morra
Meet the author / Cristina Morra

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>