, ,

COS FUORISALONE 2018: METTETEVI GIÀ IN FILA!

COS FUORISALONE 2018: METTETEVI GIÀ IN FILA!

Fretta di conoscere chi realizzerà l’installazione di COS al FuoriSalone,vero?

Mame Design: COS FuoriSalone 2018: mettetevi già in fila! Studio Swine, New Spring, FuoriSalone 2017
Studio Swine, New Spring, FuoriSalone 2017

L’anno scorso a migliaia in coda per lo stand del marchio. Del resto erano già alcuni anni che COS ci regalava emozioni. Ma, diciamocelo, quella del FuoriSalone 2017 è stata un’installazione col botto. Tutti in prima linea per accarezzare, scoppiare, giocare con le bolle dell’albero dello Studio Swine. Non per altro New Spring (questo il nome del progetto) ha vinto il Milano Design Award come Most Engaging Exhibition.

 

 

Mame Design: COS FuoriSalone 2018: mettetevi già in fila! Nendo per COS, FuoriSalone 2014
Nendo per COS, FuoriSalone 2014

Ma la scalata verso il podio della design week è cominciata anni prima. Era il 2012, infatti, l’anno in cui il brand di Londra ha iniziato le collaborazioni con artisti, designer e architetti internazionali. Da Gary Card a Bonsoir Paris. Poi, è stata la volta del minimalismo chic di Nendo, con le sue camicie immerse in un liquido immaginario. Per non parlare di Snarkitecture che, con la sua foresta total white ha attirato a Brera migliaia di visitatori. Ancora, Sou Fujimoto. E quest’anno?

 

 

Phillip K. Smith III sarà il nuovo fiore all’occhiello di Cos

Per questa settima partecipazione, il marchio ha quindi scelto l’artista di Palm Springs, noto per le sue illusioni ottiche con specchi. Cortile e giardino di Palazzo Isimbardi (Corso Monforte) ospiteranno un’installazione ispirata all’architettura italiana rinascimentale e al cielo milanese. Ovviamente nulla di troppo kitsch, tutto rimane secondo l’estetica sobria del marchio.

Se l’anno scorso avevamo già avuto un accenno di riflessione sul tema della natura con New Spring (però ammettiamolo, la parte migliore era giocare con le bolle), quest’anno Phillip K. Smith III ci parla di interazione tra architettura e la natura. L’installazione cambierà completamente (ed ecco i suoi cari specchi) la percezione spaziale del giardino.

 

Vi domandate perché COS abbia scelto proprio lui?

Mame Design: COS FuoriSalone 2018: mettetevi già in fila! Phillip K. Smith III per COS, FuoriSalone 2018
Phillip K. Smith III per COS, FuoriSalone 2018

Per il modo in cui le sue installazioni “interagiscono con l’ambiente… Sono queste esperienze artistiche a trasformare la nostra percezione del mondo che ci circonda, ad offrirci innumerevoli fonti d’ispirazione per il nostro lavoro”. Parola di Karin Gustafsson, Creative Director di COS.

Sono entusiasta di poter collaborare con COS alla creazione di un’esperienza scultorea senza precedenti, che farà da nuova cornice a questo spazio storico. Grazie ai suoi elementi spaziali e temporali in continua trasformazione questa installazione sarà vissuta da ciascun visitatore in maniera totalmente individuale”, ha dichiarato Phillip K. Smith III.

 

Direi che le premesse ci sono tutte. In fila come soldatini per non perdersi uno degli eventi più attesi. Però, se sarà veramente “senza precedenti”, ai posteri l’ardua sentenza.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Giulia Menestrina
Articoli dell'Autore / Giulia Menestrina