Santa Giulia a Milano
Architettura

Santa Giulia a Milano: l’arena per le Olimpiadi 2026

In occasione dei Giochi olimpici invernali del 2026, nel quartiere di Santa Giulia a Milano verrà costruita la più grande arena polifunzionale d’Italia. La parola d’ordine è sostenibilità

Santa Giulia è un quartiere di Milano che nasce da un progetto di riqualificazione urbana. Soluzioni abitative diversificate sono accostate a business centre, affiancati a servizi culturali, commerciali e ovviamente da un parco urbano. Ancora una volta la parola d’ordine è sostenibilità, infatti per la costruzione dell’arena in Santa Giulia a Milano si utilizzeranno materiali e tecniche costruttive finalizzate a minimizzare le emissioni di Co2 e l’impianto sarà alimentato da energia fotovoltaica e geotermica, con sistemi integrati di riduzione e riciclo di rifiuti.

Il progetto

Nel quartiere di Santa Giulia a Milano, in occasione delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026, sarà realizzata la più grande arena polifunzionale d’Italia. L’arena avrà un’area di oltre 10mila metri quadrati per gli eventi all’aperto e una capienza di 16mila spettatori. Cts Eventim progetterà e realizzerà la nuova struttura. Inoltre Cts Eventim si occuperà della gestione della venue. Il costo del progetto di riqualificazione della zona di Santa Giulia a Milano sarà di 180 milioni di euro. L’arena avrà invece un costo di 20 milioni di euro.

Le operazioni di bonifica dei terreni sono già iniziate. Invece i lavori di costruzione inizieranno nell’autunno del 2022 e si concluderanno nell’autunno del 2025. L’arena sarà destinata a eventi sportivi e di intrattenimento. Sono infatti previsti, in occasione dei prossimi Giochi olimpici invernali del 2026, gare di hockey, ma anche concerti ed eventi. Elemento fondamentale è l’acustica, sarà infatti ottimizzata grazie a soluzioni all’avanguardia. Inoltre l’arena in Santa Giulia a Milano sarà progettata per garantire una visuale ideale a tutti gli spettatori.

Santa Giulia a Milano

Ma come sempre non mancano le polemiche. Infatti il candidato sindaco Mariani non è d’accordo su alcuni punti. Innanzitutto sul fatto che l’arena in Santa Giulia a Milano sorgerà vicino a San Donato Milanese dove è prevista un’altra arena di 20mila posti. Poi lamenta per la mancanza di edilizia popolare. Infine polemizza sul fatto che verrà costruito anche uno svincolo della Tangenziale Est, causando una diminuzione del verde pubblico.

Leggi anche: 

Torre Velasca Milano: al via i lavori di ristrutturazione

MoLeCoLa: il progetto a Milano di riqualificazione in Bovisa

I musei che apriranno quest’anno: da quello di L.A. firmato da Renzo Piano a quello di Takao Ando

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *