Categoria: Dizionario Opera

&Aulm;gyptische Helena, Die

Composta nel 1926-27 e revisionata nel 1933 nella forma in cui è attualmente rappresentata, Die &aulm;gyptische Helena è la penultima delle sette opere in cui il musicista bavarese si avvalse della collaborazione di Hugo von Hofmannsthal come librettista. E fu proprio quest’ultimo, sollecitato da Strauss a reperire un soggetto ambientato in età ellenistica, a proporgli[…]

Abencérages, Les

Quasi un grand-opéra ante litteram, questo lavoro monumentale condivide quella tendenza alla grandeur dell’opera francese di inizio secolo ben rappresentata dalle opere di Spontini (per il quale era stato proprio l’autore di questo libretto a firmare la Vestale ). Atto primo . Il giovane guerriero Almansor e la principessa Noraïme progettano le proprie nozze, ostacolati[…]

Abisso

Terza e ultima opera su libretto di Silvio Benco, è il lavoro con il quale Smareglia si congedò dalle scene teatrali. Il periodo della composizione, dal 1908 al luglio 1911, fu in gran parte dedicato al secondo atto, che venne inoltre iniziato per primo. La prima rappresentazione, diretta da Serafin con la Poli-Randaccio e la[…]

Abstrakte Oper no.1

Questo atto unico (dato in ‘prima’ assoluta radiofonica il 28 giugno 1953), che non ha personaggi ma ruoli vocali (soprano, tenore, baritono, coro misto) appunto astratti, è diviso in sette scene: ‘Angst’ (Paura), ‘Liebe I’ (Amore I), ‘Schmerz’ (Dolore), ‘Verhandlung’ (Negoziato), ‘Panik’ (Panico), ‘Liebe II’ e ‘Angst’. Non vi è una trama, piuttosto un’esplorazione di[…]

Abu Hassan

La vicenda è tratta, attraverso la mediazione di Galland, dalla novella Abu Hassan contenuta nelle Mille e una notte . L’opera venne scritta da Weber fra l’agosto 1810 e il gennaio 1811; negli anni successivi, in occasione di riprese a Gotha (1813) e a Dresda (1823), il compositore vi aggiunse dapprima un duetto e quindi[…]

Achille in Sciro

Per il soggetto cfr. l’ Achille di Caldara. L’opera ebbe l’onore di inaugurare il nuovo, grandioso Teatro di San Carlo, fatto costruire da Carlo III di Borbone in sostituzione del San Bartolomeo. Per l’occasione si cercò un libretto nuovo e spettacolare di Metastasio, che non fosse mai stato messo in musica al di fuori della[…]

Acis and Galatea

H&aulm;ndel conosceva l’opera di Lully? Non lo sappiamo; sicuramente conosceva il masque di John Eccles (1701), diretto antecedente delle opere pastorali di Pepusch, Galliard e altri, in voga al Drury Lane nel 1715-18: un tentativo di risposta autoctona – ed effimera – all’invadenza dell’opera italiana. Acis and Galatea è appunto un masque : un breve[…]

Acis et Galatée

Creatore e principe indiscusso della tragédie en musique , Jean-Baptiste Lully doveva concludere la sua strabiliante carriera teatrale con un genere, la pastorale-héroïque , mai praticato prima. Una pastorale, Les Fêtes de l’Amour et de Bacchus , aveva inaugurato nel 1672 il monopolio lullista sull’Académie royale de musique, segnando fra l’altro l’inizio della collaborazione stabile[…]

Adelaide di Borgogna

Rossini compose quest’opera al termine di un anno che aveva visto nascere Cenerentola , La gazza ladra e Armida , allettato dal compenso di trecento scudi romani previsto nel contratto con Piero Cartoni, impresario dell’Argentina. Intorno al 10 dicembre il musicista giunse a Roma da Napoli, dove probabilmente aveva composto la maggior parte della musica,[…]

Adelaide, L’

Pur appartenendo a quell’ampio filone di opere su soggetto storico che fiorì a Venezia nella seconda metà del Seicento, l’ Adelaide si distingue per l’ambientazione medioevale. Secondo le convenzioni teatrali dell’epoca, gli eventi realmente accaduti svolgono, tuttavia, la semplice funzione di supporto per il dipanarsi di un’intricata trama, in cui le azioni dei personaggi storici[…]

Adelia

L’opera fu composta a Parigi durante le prove della Favorite . Il libretto, scelto dall’impresario romano Vincenzo Jacovacci, era già stato musicato da Carlo Coccia con il titolo La figlia dell’arciere (Napoli 1834). Poiché la vicenda si concludeva con il suicidio della protagonista, Jacovacci impose un nuovo terzo atto dal finale lieto, suscitando le riserve[…]

Adelson e Salvini

Commissionata a Bellini a coronamento dei suoi studi presso il Conservatorio di San Sebastiano, l’opera fu eseguita dai suoi stessi compagni, che per l’occasione interpretarono anche i ruoli femminili, nel teatrino dell’istituto. Il libretto, già musicato da Valentino Fioravanti nel 1816, presenta un intreccio elementare ambientato nell’Irlanda del XVII secolo: Lord Adelson ospita in casa[…]

Adina

Unica tra le opere di Rossini scritta per un teatro non italiano o francese, Adina fu commissionata dall’ispettore dei teatri portoghesi nel 1818 e composta a Bologna, dove il musicista stava trascorrendo un periodo di convalescenza presso i genitori. Nessun documento pervenutoci attesta una rappresentazione in data anteriore al giugno 1826; in quell’occasione Adina fu[…]

Adriana Lecouvreur

Adriana Lecouvreur nacque grazie all’intraprendenza di Edoardo Sonzogno, l’instancabile editore della ‘Giovane Scuola’. Affidando a Cilea la storia della celebre attrice ammirata da Voltaire, amata dal conte Maurizio di Sassonia e morta prematuramente (avvelenata, si disse, da una rivale), Sonzogno sperava di ripetere il successo dell’ Arlesiana (1897). Per il libretto si ricorse ad Arturo[…]

Adriano in Siria

Adriano in Siria , come la maggior parte dei drammi metastasiani, venne musicato da numerosissimi compositori nel corso della sua quasi secolare presenza nei teatri europei, subendo di volta in volta tagli, rielaborazioni e rimaneggiamenti di ogni genere, spesso a opera di uno stesso compositore; esemplare in tal senso è l’ Adriano in Siria di[…]