Wonder Woman
Attualità,  Design

Wonder Woman – il murales di Codogno sfregiato dai vandali

Wonder Woman – il murales di Codogno, simbolo dell’impegno contro il covid, sfregiato dai vandali

CODOGNO – Wonder Woman in camice da medico, simbolo della prima zona rossa, è stato sfregiato dai vandali.

Il murales è stato realizzato a metà luglio dallo street artist padovano Alessio B. a Codogno in omaggio all’impegno di medici ed infermieri, gli angeli del covid, contro la pandemia. E’ una replica dell’opera realizzata qualche giorno prima su uno dei muri dell’ospedale di Padova raffigurante l’eroina della Dc Comics con camice azzurro, mascherina tricolore e stetoscopio. Si tratta di un manifesto applicato con la tecnica “paste up” su un muro di via Diaz di Codogno, la città simbolo della pandemia in Italia.

“Qualunque sia l’origine il gesto è inqualificabile” dice il sindaco Francesco Passerini. Il suo artista raccoglie però l’invito del sindaco a riprodurre la serigrafia in un’altra area “Emotivamente però mi spiace per i medici e gli infermieri che si sono prodigati per noi in tutte le fasi della pandemia” afferma l’artista.

Ci si domanda se il gesto sia opera di negazionisti o una semplice bravata adolescenziale. Ad ogni modo è un gesto inqualificabile e vergognoso, un mancanza di rispetto sia per chi ha lottato e continua a lottare contro il nemico invisibile sia per chi ha perso i priori cari a causa del virus.

Codogno, Wonder Woman con camice da medico sfregiata dai vandali.

Puoi leggere anche:

dpcm 16 gennaio cosa si può fare: la nuove regole

Musei aperti in zona gialla: le ipotesi del nuovo dpcm 

Bansky e il graffito in era covid. Ecco Etchi

Il covid ispira gli street artists di tutto il mondo

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *