riforma giustizia
Attualità,  NEWS

Riforma di giustizia: Conte chiede modifiche, FI e Lega avanzano richieste

Riforma di giustizia: Conte chiede modifiche, FI e Lega avanzano richieste sull’abuso d’ufficio

Dopo che il governo ha mostrato un’apertura al M5S sui processi per mafia e terrorismo, anche altri partiti stanno avanzando richieste di modifica al testo della riforma di giustizia.

Palazzo Chigi aspira alla chiusura della questione riforma di Giustizia prima della pausa estiva, ma ci sono ancora molti punti non risolti. La questione è in bilico soprattutto con il Movimento 5 Stelle, il cui leader in pectore Giuseppe Conte ha lasciato intendere che darà difficile ottenere la fiducia senza che siano attuate delle modifiche. Venerdì è prevista la discussione in Parlamento e domani Palazzo Chigi dovrebbe portare il dossier in Consiglio dei ministri per trovare un accordo. Nel frattempo la ministra della giustizia Marta Cartabia è tornata a Palazzo Chigi, dal premier Mario Draghi per fare il punto sulla riforma del processo penale e le possibilità di mediazione.

Riforma di giustizia: la situazione attuale

Il disegno della riforma di giustizia è attualmente ancora fermo in Commissione Giustizia alla Camera. Oggi, dopo una nuova riunione dell’ufficio di presidenza, la commissione dovrebbe procedere con i primi voti sulle proposte di modifica presentate dai partiti al testo votato dal Consiglio dei ministri.

Movimento 5 Stelle

Domani Giuseppe Conte, il quale spinge per le modifiche della riforma di giustizia, incontrerà i deputati pentastellati:

Abbiamo fatto delle osservazioni, condivise da buona parte degli addetti ai lavori e non sono per soddisfare esigenze di bottega del M5S. Noi dobbiamo velocizzare i processi e celebrare i processi. Ora lasciamo che il governo lavori su queste istanze“.

Forza Italia

Forza Italia ha presentato un emendamento per estendere la riforma di giustizia all’abuso di ufficio e alla definizione di pubblico ufficiale. Questa richiesta è però inammissibile, secondo il presidente della Camera Roberto Fico, per estraneità di materia. La decisione passata poi alla commissione di Montecitorio l’aveva respinta. Restano ancora alcuni emendamenti da votare e le tempistiche potrebbero allungarsi parecchio.

La Lega ribadisce: “Noi siamo fedeli al testo uscito dal Cdm“.

Il relatore della riforma Franco Vazio, del Pd, a questo proposito ha detto:

«La richiesta avanzata da Forza Italia, sostenuta ambiguamente dalla Lega, di far entrare nella riforma temi che con il processo penale non c’entrano, rischia di far naufragare tutto».

 

Leggi anche:

Giustizia: punto d’incontro per Draghi, Cartabia e Conte. Si procede anche con il tema abuso d’ufficio

Riforma di Giustizia Cartabia rinviata in Aula a venerdì 30 luglio

Conte da Draghi: sulla riforma giustizia “processi veloci ma no soglie di impunità

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *