Nuovo Decreto Draghi
Attualità,  NEWS

Nuovo Decreto Draghi, in vigore dal 24 Maggio le nuove regole

Nuovo Decreto in vigore dal 24 Maggio, Mario Draghi frena i partiti aperturisti

In diretta TV dalla Camera, il premier Mario Draghi ha risposto alle domande sul nuovo Decreto, che entrerà in vigore dal 24 Maggio, e sul piano per le prossime riaperture. Sarà mantenuto un “approccio graduale”, in linea con i dati epidemiologici. Nessun “liberi tutti”, a dispetto di quanto auspicato da Lega, Italia Viva e Forza Italia. La decisione sul coprifuoco avverrà lunedì 17 a seguito della cabina di regia e del monitoraggio sui dati Covid: orario non oltre le 23. Ci sarà ancora da attendere per i matrimoni e per il ritorno in palestre, piscine e nei ristoranti e bar al chiuso. Qui sotto, il video completo del question time di ieri sera a Mario Draghi.

Per il nuovo Decreto, Draghi segue la linea della prudenza

Nonostante le continue pressioni da parte dei partiti di centrodestra, il premier prosegue sulla sua strada. Se ne è avuta la conferma ieri sera, quando Mario Draghi ha affrontato in diretta TV una sessione di domande, fornendo chiarimenti sul prossimo decreto, in vigore dal 24 Maggio. I due temi caldi, che saranno affrontati lunedì 17 durante la cabina di regia con i partiti, sono quelli del settore wedding e del coprifuoco. Per il via libera alle feste di matrimonio, probabilmente si dovrà attendere oltre la fine di Maggio:

 Il festeggiamento è un desiderio che abbiamo avuto tutti, ma è fondamentale avere pazienza per evitare che un’occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un potenziale rischio per i partecipanti.

Ancora non si ha a disposizione una data, dunque, ma il premier rassicura gli addetti ai lavori, così come quelli del settore turistico, anch’esso gravemente colpito dalla pandemia, per cui sono in arrivo sostegni da 9 miliardi.

Decreto 24 Maggio, prossime riaperture
Mario Draghi alla Camera

Prossime riaperture, fra coprifuoco e limitazioni

Per quanto concerne la spinosa questione del coprifuoco, Draghi ribadisce quando già noto. Si attenderanno i dati epidemiologici del monitoraggio settimanale del venerdì, dopo di che, in base ad essi, si deciderà nell’incontro di lunedì 17. Ci sono in proposito una certezza e un dubbio. La certezza è che, per il momento, non vi sarà alcuna rimozione della misura, contrariamente a quanto richiesto da Salvini e Meloni. Rimarrà un orario da rispettare per il rientro serale, il quale verosimilmente slitterà dalle 22 alle 23. Il dubbio è su quando avverrà tale slittamento. Data la linea prudenziale adottata, il coprifuoco potrebbe rimanere alle 22 per tutta la prossima settimana, per slittare alle 23 dal 24 Maggio, con l’entrata in vigore del nuovo decreto.

Non c’è ancora, invece, nessuna data precisa per quanto riguarda la riapertura di piscine e palestre, così come di ristoranti e bar anche al chiuso. Si guarda all’inizio di Giugno come possibile traguardo, ma tutto dipenderà dai dati di contagio.

Brevetti sui vaccini, il parere di Draghi

Vaccini anti-Covid

Nel question time di ieri c’è stato spazio anche per parlare della questione dei brevetti sui vaccini, tema caldo da quando la presidenza Biden si è esposta a favore di una rimozione. L’approccio di Draghi alla questione è stato, questa volta, più moderato, in parte in linea con le ragioni addotte da Angela Merkel a sostegno del no. Il premier ha spiegato che la produzione dei vaccini:

richiede tecnologia, specializzazione, organizzazione. Non è facilmente replicabile anche disponendo del brevetto. Inoltre, la liberalizzazione dei brevetti non garantisce standard qualitativi necessari, e dunque la sicurezza dei vaccini.

Draghi ha anche evidenziato l’importanza di rimuovere i blocchi alle esportazioni, in modo da favorire la campagna vaccinale anche nei Paesi più poveri ed evitare così l’insorgere di pericolose varianti.

 

Leggi anche:

Centri commerciali: la protesta per le riaperture nel weekend

500 mila dosi in un giorno, Figliuolo ha raggiunto l’obiettivo

Von der Leyen – Pfizer, accordo sui vaccini: “partner affidabili”

 

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione: info@mam-e.it

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *