Milano riscopre una nuova solidarietà
Attualità,  Lifestyle

Milano riscopre una nuova solidarietà

La sfida del Covid ha costretto  Milano a reinventarsi tra chiusure e una nuova solidarietà. Qualcuno prevede che la città cambierà diventando una città più piccola e più vuota, ma il capoluogo lombardo non perde la sua creatività e i suoi talenti, che studiano soluzioni per questo nuovo modo di vivere. Anche nei quartieri, in una città trasformata, le persone riscoprono una nuova socialità facendo rete e creando legami e solidarietà, distanti ma vicini. Milano, che da anni è considerata una delle locomotive d’Italia, è impattata dalla pandemia proprio nel suo essere una metropoli veloce e affollata, ma per alcuni questo rallentamento potrebbe essere l’occasione per ripensare una nuova città, sicuramente una città che non vuole arrendersi.

Ma al momento la pandemia tuttora in corso ha creato  un notevole numero  di nuove persone in difficoltà economiche che vanno ad aggiungersi a quelle precedentemente esistenti. E Milano reagisce. Tantissime le iniziative di solidarietà per Natale a favore dei colpiti dalle conseguenze economiche della pandemia in questa città nota per avere il “coeur in man”. Dai panettoni di Berlusconi, all’iniziativa del Parroco di Baranzate di tramutare i punti Esselunga dei fedeli in buoni pasto da utilizzare per acquistare cibo da distribuire a Natale ai poveri di zona. Dal mercatino di Natale di SOS Bambini all’ operazione Babbo Natale.

Qui di seguito vi proponiamo

Alcune attività di solidarietà alle quali poter partecipare a Milano

 

Milano riscopre una nuova solidarietà
Panettone sospeso. Un piccolo gesto per rendere più dolci le feste di chi è in difficoltà.

Panettone sospeso

Un piccolo gesto per rendere più dolci le feste di chi è in difficoltà. Anche quest’anno dal 7 al 22 dicembre in alcune pasticcerie di Milano si potrà lasciare un panettone “in sospeso” per consentire a chi non ha la possibilità di averne uno per celebrare il Natale con il dolce della tradizione.
L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Milano, si ispira chiaramente alla tradizione partenopea del”caffè sospeso”. Per ogni panettone lasciato”in sospeso”, le pasticcerie ne aggiungeranno un altro, raddoppiando così la donazione effettiva. Al termine della raccolta, e soprattutto prima di Natale, i”panettoni sospesi” verranno consegnati a”Casa Jannacci”, la Casa dell’Accoglienza in Viale Ortles che offre assistenza ai senza fissa dimora, e a”Milano Aiuta” la rete di solidarietà creata dal Comune di Milano per sostenere i cittadini e le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza da Covid-19.
Per scoprire come donare e per tutte le informazioni: www.panettonesospeso.org.

 

Milano riscopre una nuova solidarietà
Sono le Boîtes de Noël, le scatole di Natale per i bisognosi, riempite di poche cose, necessarie al corpo e alla mente.

 

Scatole di Natale

Si tratta di un’iniziativa importata dalla Francia e arrivata a Milano grazie a Marion Pizzato.  Sono le Boîtes de Noël, le scatole di Natale per i bisognosi, riempite di poche cose, necessarie al corpo e alla mente. La raccolta delle scatole è attiva in moltissimi punti della città e  le diverse associazioni attive sul territorio provvederanno a distribuirle ai senzatetto e alle persone più povere di Milano.

Si tratta di un’idea molto semplice. Bisogna scegliere se destinare la scatola a un uomo, una donna o un bambino, in modo da raccogliere le cose più utili e piacevoli per ognuno. Per creare una scatola di Natale occorre una scatola da scarpe, che andrà riempita con:

  • Una cosa calda (una sciarpa, un paio di guanti o una copertina)
  • Un prodotto di bellezza (un profumo, una crema, uno shampoo o una trousse di trucchi)
  • Una cosa golosa (un dolce, una stecca di cioccolata o un pacco di biscotti)
  • Un passatempo (ci si può sbizzarrire con giochi da tavolo, libri, un giocattolo o delle matite colorate).

 

Milano riscopre una nuova solidarietà
Deliveroo lancia sull’App una campagna di raccolta fondi per sostenere la CRI nell’impegno a fronteggiare una delle principali conseguenze sociali della pandemia.

 

Deliveroo e Croce Rossa

In occasione delle festività natalizie, sono tante le aziende del food & beverage e della ristorazione che hanno deciso di investire risorse ed energie a favore dei bisognosi. Una per tutte, Deliveroo.

La piattaforma leader dell’online food delivery ha infatti deciso di supportare la Croce Rossa Italiana per il sostegno alimentare alle fasce della popolazione più colpite dalle conseguenze economiche della pandemia da Covid-19. Per farlo, oltre a sostenere direttamente Croce Rossa Italiana, Deliveroo lancia sull’App una campagna di raccolta fondi per sostenere la CRI nell’impegno a fronteggiare una delle principali conseguenze sociali della pandemia. Da oggi infatti è possibile donare attraverso dei ristoranti virtuali visibili sulla piattaforma, nelle principali città italiane raggiunte dal servizio. Milano fra queste.

 

Milano riscopre una nuova solidarietà
Con i Regali solidali di Natale si possono donare pasti caldi per gli ospiti del Refettorio Ambrosiano.

 

I regali solidali di Caritas Ambrosiana

Il coronavirus è  un’ emergenza sociale ed economica, oltre che, naturalmente, sanitaria. In molti sono stati costretti a rivolgersi alla Caritas Ambrosiana e ai suoi servizi per riuscire ad arrivare alla fine del mese. Le richieste di aiuto sono state molte e nei prossimi mesi saranno in aumento. Molte persone non avrebbero mai pensato di dover chiedere una mano per riuscire a continuare a vivere perché la propria fonte di reddito era scomparsa.
Per questo i Regali Solidali di quest’anno sono destinati proprio a loro attraverso il sostegno ai  servizi che erogano pasti, accoglienze e spese alimentari.

Con i Regali solidali di Natale si possono donare pasti caldi per gli ospiti del Refettorio Ambrosiano. Pernottamenti nel Rifugio Caritas per persone senza dimora e spese agli Empori della Solidarietà per le famiglie in difficoltà.Basta selezionare la donazione e il destinatario sul sito di Caritas Ambrosiana: www.caritasambrosiana.it

 

Leggi anche: Giorgio Armani Charity

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *