jeff bezos spazio
Attualità,  NEWS

Jeff Bezos punta al cielo: oggi il viaggio suborbitale verso lo spazio con Blue Origin

Jeff Bezos: oggi avverrà il viaggio suborbitale inaugurale verso lo spazio con Blue Origin

Nel giorno in cui, 52 anni fa (nel 1969), l’uomo mise piede sulla Luna per la prima volta con la missione Apollo 11, Jeff Bezos parteciperà alla sua missione suborbitale inaugurale a bordo di un razzo sviluppato dalla sua azienda spaziale Blue Origin. Il viaggio turistico del fondatore di Amazon avverrà in compagnia di altre tre persone per un totale di un equipaggio composto da quattro persone: Jeff Bezos, suo fratello Mark Bezos, Wally Funk e Oliver Daemen. Il costo del biglietto per questa straordinaria esperienza suborbitale ha un prezzo di 250.000 dollari a persona.

L’equipaggio della Blue Origin

  • Wally Funk, di anni 82, è celebre per essere stata una delle prime aviatrici, ma anche per aver partecipato al programma di addestramento “Mercury 13”, negli anni Sessanta, al fine di dimostrare che anche le donne potevano partecipare alle missioni spaziali al pari degli uomini. Questa intrepida signora sarà ospite d’onore della missione Blue Origin.
  • Oliver Daemen, di 18 anni, è figlio del miliardario Joes Daemen, CEO della società di investimenti Somerset Capital Partners. Questo giovane ragazzo avrebbe preso il posto di un anonimo miliardario che aveva acquistato il biglietto all’asta per più di 28 milioni di dollari ma che poi aveva rinunciato all’esperienza.

Secondo l’azienda Blue Origin, Funk sarà la persona più anziana mai andata nello Spazio, Daemen invece la più giovane.

jeff bezos spazio

Il lancio inaugurale di Blue Origin

Nonostante la Blue Origin di Jeff Bezos dovesse essere la prima azienda spaziale ad effettuare il volo inaugurale verso lo spazio con equipaggio a bordo, la Virgin Galactic del miliardario britannico Richard Branson l’ha preceduta.

Oggi 20 luglio 2021 alle 15 (ora italiana), in seguito a 15 lanci di prova senza persone a bordo, avverrà il lancio inaugurale con equipaggio. La diretta della partenza per lo Spazio di Jeff Bezos, a bordo dell’unità New Shepard della sua Blue Origin, inizierà alle 13.30 e si potrà seguire LIVE sia sui canali social della compagnia, sia sul sito. Il lancio avverrà da uno spazioporto nel deserto del Texas occidentale e il dipartimento dei trasporti dello Stato americano, per prevenire l’afflusso degli spettatori durante il decollo, ha fatto chiudere un tratto della statale 54.

jeff bezos spazio

Il volo

Né la Blue Origin né la Virgin Galactic comunque offrono voli orbitali che compiano un giro intorno alla Terra. Entrambe le missioni delle due aziende effettuano voli suborbitali: una grande parabola dal momento del lancio a quello del rientro, che fanno sperimentare una condizione di assenza di peso. I passeggeri, che presto potrebbero essere turisti (con una disponibilità economica fuori dalla portata comune), potranno vivere l’assenza di gravità che sperimentano gli astronauti nello spazio, mentre godono di una vista panoramica su una grande parte della Terra.

jeff bezos spazio

Il razzo New Shepard

Il razzo New Shepard ha un’altezza di 18 metri e utilizza un solo motore.  In alto, sulla propria sommità è formato da una capsula in cui staranno, per tutta la durata del viaggio, Bezos e gli altri tre passeggeri. La differenza con la Virgin Galactic di Branson consiste nella guida autonoma della Blue Origin che quindi non richiede la presenza di un pilota. New Shepard infatti partirà dall’area di lancio a sud-est di El Paso, nel Texas occidentale e, una volta raggiunti i 100 chilometri di altitudine circa, si separerà dalla capsula spaziale, rientrando verso il suolo terrestre con una modalità di guida controllata. La capsula rimarrà quindi nello Spazio esterno per qualche minuto prima di rientrare. A rallentare la discesa ci saranno dei paracadute, in aggiunta ad alcuni retrorazzi, che attutiranno il contatto con il suolo. L’intera esperienza durerà circa dieci minuti.

I progetti di Bezos

Dopo questo primo lancio inaugurale, Blue Origin prevede altri lanci con equipaggio perfezionati. Bezos e Branson sono della stessa idea: il turismo spaziale è possibile. Bezos prevede anche una collaborazione con la NASA, soprattutto nell’ambito delle prossime missioni con astronauti verso la Luna. Il concorrente di Bezos, in questo caso, sarà il miliardario Elon Musk, che già collabora con la NASA, tramite la sua azienda spaziale SpaceX.

 

Leggi anche:

Conte da Draghi: sulla riforma giustizia “processi veloci ma no soglie di impunità”

Il dossier del Cts sulla variante Delta: green pass dopo due dosi e più vaccini

Maltempo in Germania: più di 100 morti e 1300 dispersi

Se hai curiosità, consigli o vuoi saperne di più, contatta la nostra redazione:  info@mam-e.it

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *