draghi salvini
Attualità

Draghi fredda Salvini: “L’appello a non vaccinarsi, è appello a morire”

Il presidente del Consiglio Mario Draghi risponde a Matteo Salvini  su campagna vaccinale e Green Pass in conferenza stampa

Durante la conferenza stampa dopo il Cdm il premier Draghi risponde a Salvini in merito alle nuove norme sull’uso del Green Pass. Il presidente del Consiglio, ha dato il via libera al nuovo decreto legge Covid. e ha approvato all’unanimità anche l’autorizzazione della fiducia sulla riforma della giustizia.

draghi salvini

Draghi risponde a Salvini sulla questione Green Pass e vaccini

Conferenza calda, quella avvenuta ieri sera dopo il Consiglio dei Ministri. Il premier Mario Draghi, nel discutere la nuova regolamentazione del Green Pass, ha chiarito con decisione e risolutezza la fondamentale importanza della campagna vaccinale, replicando con determinazione alle varie posizioni elusive che ne minimizzano o contrastano l’entità.

“L’appello a non vaccinarsi è un appello a morire. Non ti vaccini, ti ammali, muori. Oppure fai morire: non ti vaccini, ti ammali, contagi, lui o lei muore»

Queste le parole di Draghi nel rispondere alla domanda del giornalista di Repubblica Tommaso Ciriaco su alcune affermazioni di Matteo Salvini.  Il leader della Lega infatti, avrebbe dichiarato che :«Vacciniamo e mettiamo in sicurezza chi ha dai 60 anni in su, dai 40 ai 59 scelgano, per i giovani non serve».  Un vero e proprio schiaffo alla Lega – che oltretutto fa parte della maggioranza che sostiene il governo. Sono parole ferme, sicure e soprattutto concrete, che fanno breccia nel cincischiare rumoroso di Salvini e delle altre posizioni a lui affini, che sembrano solo mirate al seguito politico e non alla salute degli italiani. Anzi, sembrano solo minacciarla.

draghi salvini green pass

Green Pass o chiusure: l’importanza della campagna vaccinale

Il premier  ha aggiunto che Il Green Pass non è un arbitrio, ed ha evidenziato come rappresenti una condizione necessaria alla serenità ed alla ripresa, sia pubblica che privata dei cittadini.   Sottolinea poi, che se si adottassero i vecchi parametri molte regioni passerebbero di nuovo in zona gialla.  Se le persone non si vaccinano, rammenta Draghi, si provvederebbe – di conseguenza- ad un’ennesima chiusura. Alla luce di questo, ricorda che solo grazie alla vaccinazione che è stato possibile registrare negli ultimi mesi un drastico calo nei decessi ed un indebolimento decisivo delle conseguenze per chi è ricoverato in terapia intensiva.

 

Leggi anche:

Voghera: Assessore leghista spara ed uccide un uomo

Carceri, Cartabia parla alla Camera: “A Santa Maria violenza a freddo”

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *