Austria lockdown vaccini: cosa cambia da lunedì 22 novembre 2021
Attualità,  NEWS

Austria: da lunedì lockdown per tutti e obbligo vaccinale da febbraio

SCELTA DRASTICA DA VIENNA: DA LUNEDì 22 LOCKDOWN ANCHE PER I VACCINATI. DA FEBBRAIO OBBLIGO VACCINALE

Austria lockdown e vaccinazioni: è arrivato da Vienna un cambiamento radicale. Da lunedì 22 novembre 2021 il Paese annuncia il lockdown per tutti, non solo per i non vaccinati. Inoltre, da febbraio si ipotizza la vaccinazione obbligatoria.

LOCKDOWN PER TUTTI

Il Cancelliere Alexander Schallenberg lo ha annunciato nella conferenza stampa con il ministro della Sanità Wolfgang Mueckstein. “Nonostante mesi di impegno, non siamo riusciti a convincere abbastanza persone a farsi vaccinare” dice il Cancelliere. “Dobbiamo guardare davanti alla realtà, chi è contro il vaccino compie un attento alla nostra salute, non vogliamo la quinta e la sesta ondata, il virus non va via, il virus resta”. Queste le parole affermate dal Cancelliere federale austriaco, annunciando quindi il lockdown per tutti da lunedì 22 novembre. Già nelle due province di Salisburgo e Alta Austria era vigente questo modello, che dalla prossima settimana introdurranno il blocco su tutte le attività. Il blocco durerà per 10 giorni. Le scuole chiuderanno, insieme ai ristoranti e agli eventi culturali già organizzati. Gli studenti torneranno in DAD.

VACCINI

Le misure restrittive adottate negli ultimi giorni non sono bastate, e il Cancelliere federale Alexander Schallenberg ha, così, deciso di imporre anche l’obbligo vaccinale per tutti a partire da febbraio 2022. L’Austria è, quindi, il primo Paese europeo a utilizzare questo metodo. In Austria ad oggi solo il 65% ha ricevuto la vaccinazione. Il cancelliere aveva cercato di lanciare un appello a immunizzarsi: “Non usciremo mai da questo circolo vizioso”.

Alexander Schallenberg Cancelliere federale austriaco

AUSTRIA E L’ATTUALE LOCKDOWN PER I NO-VAX

L’Austria aveva già deciso di mettere alle strette il Paese, in particolare i no vax. Fino al 24 novembre era entrato in vigore infatti il lockdown per le persone non vaccinate. Le persone non immunizzate, 2 milioni di austriaci, possono uscire di casa solamente per comprovate ragioni di lavoro, per andare a fare la spesa o per fare un semplice giro intorno alla propria abitazione. Da questo lockdown sono esclusi i bambini fino a 12 anni. Chi non rispetta le regole dovrà pagare una multa di 1450 euro. Nei centri abitati il cancelliere ha mandato più pattuglie possibili per rafforzare i controlli. A Vienna, inoltre, agli eventi con più di 25 persone e nelle gastronomie notturne, non basterà più esibire solamente il green pass, ma anche un test PCR negativo.

LEGGI ANCHE:

No vax restrizioni: i governatori delle Regioni richiedono il modello austriaco

Covid in Slovenia,1 su 2 è positivo, da qui il virus rientra in Italia

Covid Germania, Merkel: “La situazione è drammatica, il numero dei morti spaventoso”; Le condizioni in Italia

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *